Intervista a Yami Yume

Ciao Yami,
siamo felicissimi di poterti intervistare.
Parlaci di te: da dove vieni? Quali sono le tue passioni? 

Sono Yami, vengono dalla Sicilia orientale e ho tante passioni che spaziano dalla musica al disegno, al cosplay, ai viaggi e naturalmente alla lettura e alla scrittura. Quest’ultima inizialmente era nata come un bisogno personale dimettere su carta idee ed emozioni che avevo sempre covato dentro dime, ma gradualmente si è trasformata in qualcosa di più.

[amazon_link asins=’8897818803′ template=’ProductAd’ store=’vamstea0a-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ 4efef909-2f4d-11e8-90cd-731975dae90f’]Quanti libri hai scritto? 

Al momento ho scritto e pubblicato tre libri.
Il primo è stato il romanzo fantasy/horror/psicologico Immagina è stato pubblicato per la prima volta nel 2011 con la Casa Editrice Sangel Edizioni, che ne ha realizzato tre edizioni, e in seguito nel 2014 con la Libro Aperto International Publishing. Purtroppo, nonostante l’ottima accoglienza ricevuta dal pubblico e alcuni ottimi piazzamenti nei concorsi letterari nazionali, il romanzo non ha avuto fortuna dal punto di vista della distribuzione, poiché entrambe le case editrici hanno chiuso i battenti, lasciandolo “orfano”.

In seguito ho pubblicato la raccolta di racconti horror/noir Black & Noir (2014) e la raccolta di favole e racconti fantasy Il bambino di latte e altre storie (2015) entrambe con la Casa Editrice Kimerik, con la quale mi sono trovata molto bene sotto ogni punto di vista.

Che genere di libri scrivi?

Principalmente scrivo racconti fantasy/horror, ma ho sperimentato anche altri generi come il dramma, il romance, l’avventura e la fantascienza, così come mi sono cimentata con generi completamente diversi come gli haiku e gli aforismi.

[amazon_link asins=’8868840464′ template=’ProductAd’ store=’vamstea0a-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ 9d1c885a-2f4d-11e8-aef5-8562c16fca3c’]
Quale genere di libri non scriveresti mai e perché? 

Penso che non mi cimenterei mai con il genere storico, con quello autobiografico o con l’erotico, non fanno per me.

1 thought on “Intervista a Yami Yume

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.