Loading...
IntervisteLibri

Intervista a Nicole Teso

Nicole Teso è una commessa di giorno e lettrice compulsiva di notte, è amministratrice di un blog letterario e scrittrice per passione. Legge da quando è nata e scrive da quando le è stata messa una penna tra le mani. Ama qualsiasi genere di storia, purché intensa e popolata da protagonisti dall’animo oscuro.
Nel tempo libero le piace fare shopping e nascondersi nei mondi immaginari creati dalla sua mente. Ama mettersi in gioco e proprio per questo, in futuro, le piacerebbe cimentarsi con altri generi, quali il fantasy e il thriller.

Se volete conoscere meglio questa giovane autrice continuate a leggere, abbiamo una bellissima intervista in serbo per voi.

Ciao Nicole, siamo felicissimi di poterti intervistare.
Parlaci di te: da dove vieni? Quali sono le tue passioni?

Ciao Angy. È un piacere per me essere qui e rispondere alle tue domande.  Grazie dell’ospitalità!

Per chi non mi conosce: mi chiamo Nicole Teso, ho ventuno anni e vivo in provincia di Venezia. Quando non scrivo e quando non sono al lavoro, amo leggere, dormire e guardare film e serie tv.

Quanti libri hai scritto?

Ho scritto tre romanzi finora. Ma sono i primi di una lunga serie. 😛

Che genere di libri scrivi? E perché hai scelto quel genere?

Ho all’attivo una trilogia dark romance. Per ora, ho pubblicato solo i primi due romanzi. Il terzo della trilogia uscirà prossimamente.

Poi, Dimmi chi sei, un erotic suspence autoconclusivo.

Di cosa parlano i tuoi libri?

La trilogia tratta “La sindrome di Stoccolma”. Brittany, giovane donna che scappa dal suo passato viene rapita da Jake, un uomo spietato e senza morale. Così, inizierà una storia sofferta e travagliata tra la vittima e il suo rapitore.

Dimmi chi sei, invece, è la storia di Mercy Stone, giovane ventiquattrenne che crede di conoscere la propria identità, quando in realtà non sa niente di essa. Qui verrà affrontato il tema delle seconde occasioni e dei primi amori.

Quale genere di libri non scriveresti mai e perché?

Non scriverei mai un m/m perché non è un genere nelle mie corde.

Ti piace entrare in contatto coi tuoi lettori?

I miei lettori sono importantissimi per me. Cerco sempre di rispondere a tutti i loro commenti, perché ci tengo ad avere uno scambio di opinioni con chi legge i miei libri. Ho imparato tantissimo e sono migliorata anche grazie alle critiche costruttive di alcuni di loro.

Con le altre scrittrici invece che rapporto hai?

Non ho molte amiche autrici. Purtroppo, questo mondo è un covo di vipere. Stringo pochi legami, ma quelli che ho stretto sono veri e sinceri.

Ti senti più scrittrice o più lettrice?

Ora? Sicuramente più scrittrice.

Quale dei tuoi libri ami di più? Perché?

“Loving the demon” è stato il primo e si sa: il primo amore non si scorda mai!

A quale personaggio dei tuoi libri ti senti più legata?

A Jake. Per lo stesso motivo di prima.

I tuoi libri sono ispirati a fatti realmente accaduti nella tua vita o sono opere di fantasia?

Diciamo un mix di entrambe le cose. Alcune scene sono tratte da vicissitudini che ho sperimentato in prima persona, ma il resto è pura fantasia.

Dove preferisci ambientare i tuoi libri e perché?

Finora ho ambientato tutte le storie in America, perché ne sono totalmente affascinata.

A che personaggi ti ispiri per la stesura dei tuoi romanzi? Personaggi famose o persone che conosci?

Per i volti immagino personaggi famosi. Per i tratti caratteriali assemblo tutti i comportamenti che vedo ogni giorno lavorando a contatto con le persone.

La tua famiglia ti sostiene nella scrittura?

Sempre. I miei genitori sono le mie spalle.

In quale momento della giornata preferisci scrivere?

Di giorno lavoro, quindi scrivo sempre di notte.

Libro preferito?

Alice nel paese delle meraviglie.

Autore preferito?

Jennifer Armentrout e Pepper Winters.

Quale è l’ultimo libro che hai letto?

Non vivo più senza di te di Jen Mclaughlin.

Che genere di libri ti piace leggere?

Leggo principalmente fantasy, distopici e romanzi rosa. Mi piacciono molto anche i thriller, a dire il vero.

Da quanto tempo scrivi libri?

Ho iniziato all’età di dodici anni, scrivendo una storia sui mutaforma. Poi ho lasciato perdere tutto e ho ricominciato seriamente due anni fa.

Che musica ti ispira per scrivere?

Rock, Metal e Indie Pop.

Progetti futuri? Uscirà a breve un tuo nuovo romanzo?

Sto lavorando a “Loving the darkness”, il terzo e ultimo romanzo su Jake e Brittany.

Da mesi, però, mi sto dedicando alla stesura di un Mafia Romance che spero di riuscire a pubblicare prima di Natale.

Breve estratto da Loving the demon, il primo romanzo di Nicole Teso

Cosa faresti se ti risvegliassi in una cella buia in balia di un uomo pronto a corroderti l’anima?
Las Vegas era l’occasione per iniziare una nuova vita e seppellirmi il passato alle spalle.
Non avrei mai potuto immaginare che sarei stata rapita e rinchiusa in una cella buia, pronta a diventare una schiava del piacere.
Jake Evans mi distruggerà, piegandomi ai suoi desideri e consumando la mia anima.
Lui è la mia condanna a morte.

Lei avrebbe dovuto essere una prigioniera come tutte le altre, pronta a soddisfare i desideri dei miei clienti.
Non avrei mai potuto immaginare che mi avrebbe dato così tanto filo da torcere.
Brittany Moore sta sfondando le barriere nella mia testa, facendomi crollare e riportando a galla un passato che credevo sepolto.
I demoni mi stanno reclamando…
Lei è il mio tormento.

Editor's choice
Il giorno più bello di Diego Romeo
Antonio Lanzetta - Conferenza stampa: I figli del male - Feltrinelli Salerno