Abbiamo invitato sul nostro sito Gabriella Bertolino che ha presentato Danza Macabra al Romics di quest’anno. Gabriella ha accettato il nostro invito e ci ha deciso di rispondere ad alcune nostre domande riguardo la sua esperienza e la sua opera.

Benvenuta Gabriella sul nostro sito, Vampire’s Tears.
Innanzitutto grazie di aver accettato il nostro invito, vuoi presentarti ai nostri lettori?

Grazie a voi per questa opportunità!
Ciao a tutti, sono Gabriella Bertolino.
Ho diciannove anni e frequento il corso di laurea di Lettere, curriculum Classico, all’Università di Palermo. Studio giapponese e amo leggere, scrivere e disegnare.
(Non sono molto brava con le presentazioni, scusate).

Come ti sei avvicinata al mondo della scrittura?

Ho sempre avuto una fervida immaginazione. Da piccola avevo sempre un sacco di storie per la mente, non facevo che raccontarle, e un giorno mia nonna, esausta, mi consigliò, probabilmente senza pensarci troppo, di metterle per iscritto, così che lei potesse leggerle una volta concluse. Avevo sette anni, e mi si aprì un mondo.
In realtà smisi dopo quella prima volta, soddisfatta dell’unica pagina che avevo prodotto, ma presi a leggere tantissimo. Alle medie arrivò quel momento in cui occorreva che scegliessi cosa fare nella vita, per iscrivermi al liceo, ma non mi sembrava di avere interessi particolari o essere brava in qualcosa di specifico. L’unica cosa che facevo durante il giorno, e che amavo tantissimo, era leggere e immaginare nuovi mondi, nuove storie. E mi accorsi che la risposta era quella: diventare come coloro che scrivevano ciò che amavo leggere. Così cominciai a dare una coerenza a ciò che immaginavo e metterlo per iscritto, anche se inizialmente erano solo fan fiction.

[amazon_link asins=’8899682127′ template=’ProductAd’ store=’vamstea0a-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ ac06cdf6-4682-11e8-9179-5bd9d558e0ba’]E riguardo la tua opera, cosa puoi raccontarci?

Danza Macabra non è il classico fantasy dai toni medievaleggianti o moderni, ma dark e ottocenteschi, vittoriani. È la storia di un mondo fantastico, Asteria, dove gli abitanti sono divisi in warlocks, persone capaci di dominare un elemento fra i cinque del pentacolo (acqua, fuoco, terra, aria, psiche), e awarlocks, persone comuni che nascono senza poteri. È anche la storia di Rainbow Macabre, una warlock della terra, ovvero il potere giudicato inferiore fra tutti, poiché quasi impossibile da usare. Rainbow ha una gemella, Mina, la quale, poiché nata con il potere dell’acqua, è invitata a frequentare una scuola, la New Forest Coven, dove poter imparare ad usare i suoi poteri.
All’inizio può sembrare la classica storia della ragazza scontrosa, emarginata da tutti, disprezzata dalla stessa direttrice della scuola, Constance Avurie, una donna ossessionata dai corvi, quasi un po’ in stile Harry Potter, con lezioni e magia… Ma quando gli studenti saranno costretti a partecipare al Ballo d’Inverno, conosciuto anche come Sabba, saranno messi davanti ad una verità spaventosa, una tradizione, terribile e grottesca, che porterà via a Rainbow ciò che ama di più al mondo e la costringerà a macchiarsi di crimini orribili.
(Seriamente, se vi piace Harry Potter e pensate che questo sia anche solo lontanamente simile, non leggete!)

Pagine: 1 2 3 4

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.