Titolo: Ci sei solo tu
Autore: Valentina Camerini
Casa Editrice: Mondadori
Genere: Young Adult
Narrazione: prima persona, Milla (Camilla)

Nella vita ci sono giornate schifose e giornate pessime. E poi esiste “ll giorno peggiore in assoluto”. È quello che sta vivendo Camilla: ha appena scoperto per caso di essere stata adottata quando Toma, il suo ragazzo, le confessa di averla tradita con la sua migliore amica. Camilla non è certo il tipo che si chiude in camera a deprimersi, versando litri di lacrime e di inchiostro su uno stupido diario. Deve scoprire qualcosa del suo passato, trovare i suoi veri genitori. E per questo non ha bisogno di un fidanzato. Anzi, con i ragazzi ha chiuso per sempre! Poi in città arriva Carlos, gentile e misterioso, e Camilla pensa che tutto sommato al genere maschile si può concedere una seconda chance. Ma Carlos merita davvero la sua fiducia?

Ci sei solo tu Valentina CameriniQuesto libro per me è stata una grande grandissima ed enorme delusione.
Le prospettive c’erano tutte. Si era presentato come un bel romanzo dalla trama. Carina l’idea di mettere i titoli ad ogni capitolo con un riassunto in poche parole del sunto del capitolo ma lo sviluppo a mio parere è stato pessimo.
Sono una veterana di young adult, sono la mia passione da sempre ma questo non l’ho proprio digerito.
Il perché? A causa dei personaggi. Tutti.
Ci viene narrato tutto da Milla, una diciassettenne che una sera cercando un abito della madre scopre di essere stata adottata trovando una busta. Da qui il delirio. Mi aspettavo disperazione, un confronto coi genitori, uno sfogo con le amiche e col fidanzato.
Invece il nulla.
Ci sei solo tu Valentina CameriniSi chiude in se stessa per tutto il weekend: non si presenta alla festa e spegne il telefono, i genitori essendo via non chiedono motivazioni ma mi domando io: se vostra figlia minorenne spegne il telefono per due giorni e vi ignora non vi preoccupate? Risposta: no.
Dopo aver ignorato tutti per tutto il weekend quando arriva a scuola rinsavisce e decide parlare con la sua amica Giuli che però le rende pan per foccaccia ignorando lei stavolta.
Scoprirà poi che il suo fidanzato Toma l’ha tradita la sera della festa con la sua amica Giuli.
E qui invece di confrontarsi coi due litiga furiosamente con l’amica e inizia una vendetta verso l’ex fidanzato il tutto sempre tenendo al oscuro i genitori sia della questione dell’adozione, sia del tradimento del fidanzato.
La vendetta porterà Milla dalla preside che per non sospenderla la costringerà ad andare da uno psicologo.
Nella sala di aspetto dello psicologo conoscerà un ragazzo misterioso.
Milla inizierà a frequentare Carlos, questo ragazzo misterioso senza sapere nulla di lui e lui non farà altro che raccontare bugie. In tutto questo chiude praticamente il rapporto coi genitori.
Non vi racconto oltre ma è tutto assurdo così.
Non ho condiviso le scelte di nessun personaggio, adulto o adolescente che sia. Ho visto solo molta superficialità in tutto e tutti e diffidenza ai livelli massimi. Rapporti che siano di amore, amicizia o con i genitori fatti di aria fritta.
Mi dispiace ma non consiglio questo libro a nessuno, nemmeno agli adolescenti. Dal mio punto di vista possono solo imparare a evitare il dialogo e non c’è nulla di più sbagliato.Ci sei solo tu Valentina Camerini