Loading...
A Heart Full Of LoveLibri

Come una favola di Danielle Steel

Titolo: Come una favola
Autore: Danielle Steel
Casa Editrice: Sperling & Kupfer
Genere: Narrativa, Contemporary Romance
Narrazione: terza persona

Prezzo: EUR 16,91
Da: EUR 19,90

La straordinaria storia dell’amore e del coraggio di una figlia. Perché anche nella vita reale, a volte, il bene vince sul male. Come nelle favole.

Camille ha avuto un’infanzia perfetta, circondata dall’amore e da ettari di vigneti nella bellissima Napa Valley, a nord di San Francisco, in California. Lì, tra dolci colline verdi e coltivazioni a perdita d’occhio, i suoi genitori, con dedizione e impegno, hanno dato vita a una rinomata azienda vinicola e una meravigliosa tenuta, ispirata all’antica proprietà di famiglia a Bordeaux. Ma quando, dopo la laurea, Camille torna a casa per aiutare a gestire Château Joy, come ha sempre sognato, la favola s’interrompe bruscamente. La madre viene a mancare e, solo sei mesi più tardi, il padre si lascia ammaliare da una misteriosa e affascinante contessa francese. La donna sembra incarnare l’essenza della raffinatezza parigina, nascondendo però qualche ombra. Camille, ancora in lutto, è scioccata dal fatto che suo padre non riesca a vedere oltre gli sguardi seducenti, i vestiti firmati e le maniere eleganti, e che sia già pronto a rifarsi una vita. Così, mentre il suo mondo crolla, Camille dovrà fare ricorso a tutta la sua forza per riuscire a salvare la memoria e l’eredità della sua famiglia. Fortunatamente per lei, però, potrà contare su una gentile quanto inaspettata alleata, e su un amico d’infanzia riapparso nella sua vita proprio come un principe delle fiabe. Come in una favola è il nuovo romanzo di Danielle Steel. Una straordinaria storia che ci ricorda come a volte, anche nella vita reale, e non solo nelle favole, il bene vinca sul male.

«Alla fine, dunque, sei tu il bel principe azzurro.»

Questo è il mio primo libro di Danielle Steel e sono rimasta particolarmente colpita in positivo.
Il romanzo è ben strutturato con una bella introduzione ai personaggi, i quali sono tutti molto ben caratterizzati.
Nel romanzo non ho mai riscontrato volgarità, anzi, sembra una fiaba.

Ci vengono prima presentati i genitori di Camille e il loro amore.
Si passa per l’infanzia di Camille e nel periodo della laurea della ragazza il dolore per la prematura morte della madre e da qui le cose andranno sempre peggio.
Il padre inizierà una relazione con Maxine, una donna francese all’apparenza dolce e gentile ma in realtà molto calcolatrice, interessata al denaro e crudele.  Da perfetta arrampicartice sociale Maxine riuscirà a sposare il padre di Camille e da qui ogni abitudine della giovane ragazza verrà bistrattata e distrutta.
Man mano altri eventi andranno a gravare su Camille e sulla sua vita. Sarà di grande conforto per Camille l’arrivo di Simone, l’anziana madre di Maxine che diventerà la fata nonnina della ragazza, un po’ come la fata madrina di Cenerentola pronta a far comparire scarpette di cristallo, abiti da sera, pranzi succulenti e a dispensare consigli.

«Se un uomo dovesse farti perdere la resta al punto da volerlo più di ogni altra cosa, scappa, perché non potrebbe che nuocerti.»

Romanzo bello bello bellissimo.
Una lunga fiaba.
Camille è una ragazza che aveva tutto e man mano perde tutto ma non si fa abbattere e continua a lottare. Senza capricci, senza scenate. Solo rimboccandosi le mani e dando del suo meglio. Superando lutti da sola. Prendendo le redini di un’azienda.
Camille sicuramente è uno dei personaggi più belli che abbia mai letto, per la sua forza di animo e il suo coraggio. Vorrei davvero essere come lei.
Altro bel personaggio Simone. Madre di Maxine con la perenne sigaretta tra le labbra. Tra Simone non ha nulla in comune con la figlia, anzi se ne vergogna. Abbandonata da figlia e nipoti troverà affetto in Camille che le farà da nipote. Le due si aiuteranno e supporteranno a vicenda.
Maxine è cattiva. Ma cattiva cattiva. Con i suoi capelli neri me la sono immaginata come Grimilde, la strega di Biancaneve. Ben descritta e super avida con sete di potere. Mai un cedimento, ma un sentimento ne verso la madre ne verso i figli.
Phillips bel personaggio ma un po’ marginale.
Diciamo che in questo romanzo la parte amorosa è si presente ma un po’ più messa da parte, comunque non ne sentirete la mancanza. È tutto perfettamente equilibrato e strutturato come una fiaba seguendo lo schema di: felicità – tragedia – happy ending.

Sembrava una principessa delle favole e quelle scarpette scintillanti, tempestate di cristalli e strass che sprigionavano piccoli arcobaleni ogni volta che la luce le colpiva, erano il tocco perfetto al meraviglioso abito rosa.

Se volete sognare e leggere una bella favola questo è il libro che fa per voi.
Se avete paura che sia troppo melenso andate sul sicuro perché non lo è.
Cosa aspettate a leggerlo?
Fatevi incantare anche voi dalla Napa Valley!

«Niente più belle donne da mostrare, da esibire. Voglio una persona vera e voglio essere vero. È questa la favola, per me.»

Editor's choice
Il giorno più bello di Diego Romeo
Antonio Lanzetta - Conferenza stampa: I figli del male - Feltrinelli Salerno