Loading...
A Heart Full Of LoveLibri

Mi manchi, ti voglio, ti perdono di Elisa Gentile (La trilogia delle bugie 3)

Titolo: Mi manchi, ti voglio, ti perdono
Autore: Elisa Gentile
Casa Editrice: Newton Compton Editori
Genere: Contemporary Romance
Narrazione: prima persona alternata (Jayden e Selvaggia)

Sarebbe come morire, se lei mi lasciasse adesso.

“Selvaggia adesso ha in mano un potere che può annientarmi in un solo secondo. Il mio cuore è tra le sue dita. Può scegliere di stringerlo e strapparlo come io ho fatto con lei, o perdonarmi e riprendermi al suo fianco”. La vita di Jayden è finita quando Monya è rientrata a farne parte. Accecato da quello che credeva amore, ha abbandonato Selvaggia, l’ha umiliata e le ha strappato una figlia. Ora, scoperto l’inganno, non riesce a darsi pace. Quando Selvaggia tenta il suicidio, nel letto d’ospedale in cui è ricoverata, Jayden le parla, dichiarandole che il suo amore è ancora intatto. Ma lei non può sentirlo, è in coma. E quando si risveglierà, cosa deciderà? Forse è troppo tardi per tornare indietro?

Eravamo come il giorno e la notte – che avrebbero dovuto amarsi in eterno.

Con questo volume si conclude la Trilogia delle Bugie scritta dalla bravissima Elisa Gentile.
Il romanzo inizia dove ci eravamo interrotti nel secondo volume “Ti amo perché sei bugiardo”: Selvaggia non ha retto a tutti i dispiaceri sempre crescenti e alla pressione mediatica e ha tentato il suicido ed è rimasta in coma.
Qui torna in gioco Jayden che tanto avevamo odiato nel volume precedente.
Vedremo la redenzione di Jayden.
Per tutto il coma Jayden non ha mai lasciato Selvaggia riscoprendosi innamorato e con un sentimento diverso da quello che provava per lei all’inizio della loro storia.
Ma quando Selvaggia si sveglia ha il terrore di Jayden, paura delle percosse e paura di rimanere ferita di nuovo.

Lui aveva giurato che mi avrebbe amata. Io stavo morendo per sfuggirgli.

Noi lettori insieme a Selvaggia impareremo di nuovo ad amare Jayden e ad apprezzarlo anche dopo tutto quello che ha fatto benché con remore. Almeno, io ero sfiduciata verso Jayden e avrei totalmente reagito come Selvaggia per non dire peggio.

Anche l’alba caccia via la notte. Ma poi torna sempre a cercarla.

Di nuovo Elisa ci ha regalato un piccolo capolavoro. Ho amato come ha fatto “rinascere” Jayden facendolo cadere sempre più a fondo per poi farlo riemergere e farlo divenire una persona sempre migliore pagina dopo pagina.
Idem Selvaggia, da volersi togliere la vita a poter sorridere davvero.
Bellissima conclusione per questa storia che vi prego di non omettere se avete letto gli altri due volumi della saga. Non fatevi accecare dal odio verso Jayden ma dategli e datevi una possibilità.
Grazie Elisa per avermi fatto sognare ancora una volta e con tutta la trilogia. Jayden e Selvaggia occuperanno per sempre un posto speciale nel mio cuore.

O si ama o non si ama, non c’è il grigio in amore.

Editor's choice
Il giorno più bello di Diego Romeo
Antonio Lanzetta - Conferenza stampa: I figli del male - Feltrinelli Salerno