un carillon senza cuore evelin durand

Titolo: Un carillon senza cuore

Autrice: Eveline Durand

Casa Editrice: Delrai Edizioni

Genere: steampunk

Un’altra piccola avventura nel fantastico mondo creato dalla brillante Eveline Durand, soffuso di sfumature steampunk, che vede come protagonista la sorella di Julian Johanson (le cui vicende abbiamo scoperto nel precedente libro Collezione privata).

Delia Verdiana Johanson deve fare i conti con il passato, con la presenza del padre che, nonostante manchi ormai da molti anni, ha creato una frattura in lei con i suoi modi bruschi e la sua inflessibile flemma; mai una carezza gentile, mai una parola dolce per la bambina che assomigliava un po’ troppo alla moglie scapestrata. E questo sentimento di ripugnanza attanaglia anche il cuore di ghiaccio del fratello.

In questa vicenda, scopriamo il mondo attraverso il punto di vista della giovane Delia che sarà protagonista di una rapina ai danni dell’Impero. Mentre è diretta al suo collegio, sul treno in partenza da Wenita, farà uno di quegli incontri che ti si infilano nell’anima; l’incrocio fugace di due destini che si sfiorano, un ragazzo che ha l’aria di non aver avuto una vita facile e una ragazza che affronta la vita in modo quasi apatico, senza avere il coraggio di esternare i suoi sentimenti.

La loro intesa durerà un battito di ciglia ma sarà sufficiente per salvare Delia da una fine prematura. E poi tutto si farà fumo e rimarrà solo l’ombra di un ricordo.

Come sempre, Eveline Durand dà prova di grande talento, facendoci amare ancora una volta la tenuta di Enoch, il gentile Isaak e il timido Gordy; in un tempo in cui Julian non ha idea di quale cambiamento stravolgerà il suo futuro, e Delia non può ancora sapere che le cose miglioreranno.

Se avete amato Collezione privata, non potete perdervi Un carillon senza cuore.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.