dirty waters 4 lumi niemi

Ed eccoci giunti al capitolo finale di Dirty Waters di Lumi Niemi.

Edito da Mangasenpai, Dirty Waters è un Seinen di carattere thriller/horror che racconta le avventure di Lucien e Vlad alle prese con un pericoloso assassino, il Signor Sorriso. Quest’ultimo prende di mira gli abitanti della casa dove attualmente vive Vlad e in passato ha vissuto anche Lucien.

Trama

Nel paese di Dirty Waters, negli Stati Uniti, qualcosa non quadra. Nel passato della cittadina tremendi fatti di sangue ne segnano la storia recente. Vlad, appena te in città avrà a che fare con questi fatti e qualcosa di oscuro riaffiorano…Nel quarto volume vi aspettano le rivelazioni finali della saga manga che sta appassionando l’Italia intera. Oltre la vita e la morte…

Dirty Waters 4 – Recensione

Siamo ormai giunti alla fine di questa avventura. Lucien e Vlad ci hanno accompagnato per diversi mesi e con loro abbiamo sofferto, mentre vedevamo la loro amicizia cresce. Siamo diventati parte del loro piccolo gruppo, abbiamo condivi attimi  e momenti di intimità come spettri silenzioni nascosti dietro una tenda. Abbiamo visto qualche sorriso, ma anche molte fragilità.

E con loro adesso ci troviamo ad affrontare colui che per tutto questo tempo ha mosso i fili della storia come un cacciatore che studia la sua preda, la quale però ha imparato a reagire e ha addirittura l’audacia di difendersi dai suoi attacchi.

Dirty Waters è davvero una stora di forte emozioni. L’autrice non ha nulla da invidiare agli artisti del panorama nipponico. Abbiamo momenti di pure tensioni, attimi che ci faranno trattenere il fiato e altri che ci strapperanno il cuore dal petto e ci faranno piangere lacrime amare.

Ora, io vorrei davvero dirvi tutto, ma nemmeno voglio fare spoiler, perciò procediamo per temi.

Innanzitutto, come ho detto poc’anzi, l’opera non ha nulla da invidiare a i mangaka giapponesi. Ha un ottimo stile di disegno, amo moltissimo il suo tratto e le linee dei personaggi che si adattano perfettamente all’atmosfera della trama.

Lucien e Vlad sono i protagonisti e, di conseguenza, i personaggi che veniamo a conoscere meglio, ma comunque tutti gli altri che  vengono coinvolti hanno una loro personalità. Sono personaggi completi e non semplicemente posizionati a caso all’interno della vicenda. Ognuno di loro svolge un ruolo che in qualche modo contribuirà alla soluzione del caso. E chissà, magari li rivedremo un giorno in qualche spin-off.

Il finale

Ovviamente come tutte le cose belle anche Dirty Waters deve avere una fine. Senza dirvi quello che accadrà è un finale che mi ha colpito molto lasciandomi anche con un profondo senso di amarezza e tante, tante lacrime. È tuttavia quello che potrei definire “giusto”, onestamente non avrei potuto immaginarlo diversoorse. O forse sì, ma, diciamolo, non avrebbe avuto lo stesso impatto.

Ovviamente ci mancheranno tutti questi personaggi, ma speriamo che un giorno l’autrice voglia regalarci una nuova storia.

P.S.= appello molto importante, se lo avete letto, vi prego, commentate che devo sfogarmi ^^’

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.