evidenza captain america the winter soldier

Oggi per Il mito del supereroe vi svelo il nono film del Marvel Cinematics universe: The Winter Soldier. Il secondo dedicato alle avventure del Capitano a stelle strisce. Prodotto dai Marvel Studios e distribuito dalla Walt Disney Studios Motion Pictures.

 Nel cast oltre a Evans troviamo un vero cast d’eccezione Scarlett Johansson, Sebastian Stan, Anthony Mackie, Cobie Smulders, Frank Grillo, Emily VanCamp, Hayley Atwell, Robert Redford e Samuel L. Jackson.

Sinossi

Dopo i catastrofici eventi di New York accaduti in The Avengers, vediamo Steve Rogers, alias Captain America, vivere tranquillamente la sua vita a Washington D.C., nel tentativo di adattarsi al mondo moderno. Ma quando un collega dello S.H.I.E.L.D. viene attaccato, Steve viene coinvolto in una rete di intrighi che minacciano di mettere a rischio le sorti del mondo. Unendo le forze con Vedova Nera, Captain America lotta per smascherare una cospirazione in continua espansione respingendo killer professionisti inviati continuamente per chiudergli la bocca per sempre. Quando il reale obiettivo del perfido complotto viene rivelato, Captain America e Vedova Nera reclutano un nuovo alleato, il Falcon. Ma presto si troveranno ad affrontare un formidabile nemico inaspettato: il Winter Soldier.

Recensione

Che amo il personaggio interpretato da Chris Evans, l’ho già ammesso nella precedente recensione riguardo al capitano. In questo secondo film mi è piaciuto ancora di più. Ritengo che i film dedicati a lui abbiano trame decisamente incisive. Si nota bene la psicologia del personaggio e l’interazione con gli altri. La sua propensione all’abnegazione e non lasciare mai nessuno indietro, a rischio della propria vita.

Chris Evans in Captain America: The Winter Soldier (2014)
Foto da IMDb

Steve Rogers è un uomo votato all’onore, non ha sete di conquista o potere. Sembra invincibile, almeno strategicamente e fisicamente,  non c’è avversario che possa tenergli testa. Certo non è invulnerabile, ma il suo tallone d’achille non è una qualche sostanza o arma particolare, sono i legami del passato.

Il nuovo avversario: il soldato d’inverno, tuttavia sembra un rivale alla sua altezza. Il mistero riguardo alla sua identità segreta è la chiave della storia. Ammetto di aver compreso subito chi fosse l’uomo nascosto dietro la maschera e mi chiedo se è stato o sarà così anche per voi vedendo la pellicola.

La colonna sonora e gli effetti visivi sono decisamente d’impatto. Ho trovato bello il fatto che insieme ai nuovi personaggi come Falcon e Sharon Carter dello S.H.I.E.LD. interpretata da Emily VanCamp (star della serie televisiva Revenge). Inoltre, abbiamo ritrovato anche personaggi già conosciuti come Nick Fury (Samuel L. Jackson e Natasha Romanoff (Scarlett Johansson), una perfetta spalla del capitano.

In conclusione

Sono decisamente soddisfatta di questo nuovo film, non manca l’azione, la filosofia del mito del supereroe, in fine la scena post credit, consueta in tutti i film della Marvel è di una certa importanza per l’introduzione alla seguente pellicola dedicata agli Avengers: age of Ultron.

2 commenti

  1. Concordo pienamente con la recensione e vale la pena di vedere questa pellicola più volte.

  2. Author

    Grazie mille, sono contenta che sia stata di tuo gradimento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.