Avengers - Age of Ultron

Il mito del super eroe oggi mi porta a parlarvi di una nuova “Gemma” dell’MCU: Avengers Age of Ultron. Secondo film dedicato ai vendicatori, uscito nel 2015. Regia di Joss Whedon, prodotto dai Marvel Studios e distribuito dalla Walt Disney Studios Motion Pictures. È  l’undicesima pellicola della saga dell’infinito.

Sinossi

Quando Tony Stark cerca di avviare un programma di pace, le cose degenerano e i più grandi eroi della Terra, tra cui Iron Man, Captain America, Thor, l’Incredibile Hulk, Vedova Nera e Occhio di Falco, saranno messi alla prova, mentre il destino del pianeta è a rischio. Emerge Ultron, un terrificante mega cattivo, deciso ad annientare il genere umano. Spetterà agli Avengers impedirgli di attuare i suoi terribili piani, e presto scomode alleanze e situazioni inaspettate apriranno la strada a un’avventura originale, su scala globale. Sulla strada, gli eroi affronteranno due misteriosi nuovi arrivati, Wanda e Pietro Maximoff, incontrando anche un vecchio amico in vesti nuove, Visione.

Cast e personaggi

Ai personaggi già noti delle pellicole precedenti interpretati da: Mark Ruffalo, Chris Evans, Samuel L. Jackson, Chris Hemsworth, Jeremy Renner, Scarlett Johansson, Cobie Smulders e Don Cheadle, si aggiungono altri attori di spicco. Nel caso del Villain Ultron da voce e movenze James Spader. Se avete visto Stargate, sapete di chi parlo. Ricreato interamente in digitale essendo una sorta di robot spinto da un intelligenza artificiale, abbastanza folle. Creato a fin di bene da Tony Stark e Bruce Banner, il risultato è un moderno mostro di Frankestein.

Elizabeth Olsen and Aaron Taylor-Johnson in Avengers: Age of Ultron (2015)
Elizabeth Olsen and Aaron Taylor-Johnson in Avengers: Age of Ultron (2015)
© IMDb

Entrano a far parte del cast Elizabeth Olsen e Aaron Taylor-Johnson nei panni dei fratelli Wanda e Pietro Maximoff, ovvero Scarlet Witch e Quicksilver.  Paul Bettany, già doppiatore di J.A.R.V.I.S. nei precedenti film del MCU, da il corpo all’androide chiamato Visione. Altra new entry anche se per un piccolo ruolo troviamo Andy Serkis  nel ruolo di Ulysses Klaw, oltre al ritorno di Anthony Mackie nei panni di Falcon.

Recensione

Onestamente è uno dei miei preferiti. Trovo sempre complesse le trame e ricche di novità. Ogni dettaglio è ben curato, dagli effetti visivi, alla tecnologia sempre più fantascientifica, ai costumi.

Oltre alle piccole scaramucce e divergenze di ideali tra i vendicatori, c’è sempre spazio per i brevi momenti di tenerezza e introspezione di ogni singolo personaggio. Cosa non facile da gestire e sono ammirata dalle scelte riguardo la sceneggiatura.

Ho apprezzato molto le musiche composte da Brian Tyler in collaborazione con il grande Danny Elfman, compositore noto per le moltissime collaborazioni cinematografiche e i grandi theme dai Simpson ai film di Burton.

Samuel L. Jackson in Avengers: Age of Ultron (2015)
Samuel L. Jackson in Avengers: Age of Ultron (2015)
© IMDb

Si comincia a comprendere sempre più che qualcuno dall’alto sta manipolando i cattivi che attaccano la terra. Ultron è una nuova terribile minaccia, ma non è la sola. Notiamo visioni apocalittiche che terrorizzano Stark e Thor che cercano soluzioni per difende la terra con Bruce Banner.

Viene menzionata per la prima volta Wakanda di cui sapremo maggiormente in Captain America-Civil War e naturalmente in Black Panther. Finalmente comprendiamo l’immenso potenziale del Vibranio, il metallo più speciale sulla terra, di cui non a caso, è composto lo scudo del Capitano.

Riguardo alle gemme dell’infinito

Nulla è lasciato al caso, piccoli pezzi del grande mosaico iniziano a prendere forma. Scopriamo sempre più indizi riguardo alle gemme dell’infinito. In Avengers era comparsa quella contenuta nello scettro di Loki ed è proprio quella ritrovata in Age of Ultron che si rivela la Gemma della mente. In Captain America c’era il Tesseract ovvero la Gemma dello spazio. In Thor Dark world c’era l’Etere che conteneva la Gemma della realtà. Infine nei Guardiani della galassia, Quil e company trovano la Gemma del potere tanto agognata dal misterioso Thanos. Delle ultime tre pietre vi parlerò più avanti.

Conclusioni

Ho trovato interessante la notizia riguardo a Scarlet Johansson che ha girato spesso con l’aiuto di una controfigura, poiché era incinta e un occhio attento lo può notare. Vediamo anche qualcosa in più sul suo passato in attesa della pellicola a lei dedicata in uscita, mi auguro, il prossimo anno.

Non manca nulla in questo film, né l’avventura, né la lotta o lo spirito di sacrificio. Ottima prova di tutti gli attori e naturalmente di coloro che si trovano dietro la macchina da presa e la post-produzione. Sempre simpatici i camei del compianto Stan Lee che ricerchiamo in ogni film.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.