Tremate, tremate, le streghe son tornate! Per questa “puntata” post Halloween della rubrica Memorie dimenticate, ho deciso di riesumare uno dei miei cartoni Disney preferiti. Sto parlando di La Notte di Halloween, un breve cortometraggio del 1952 diretto da Jack Hannah e scritto da Ralph Wright.

Trama

la-notte-di-halloween
© The Walt Disney Company

Durante la notte di Halloween, Qui, Quo e Qua se ne vanno in giro per la città a fare dolcetto o scherzetto. Quando bussano alla porta di Paperino, lo zio burlone invece di offrire loro caramelle decide di ricoprirli di scherzi. Malauguratamente per lui, Strega Nocciola assiste alla scena. Scambiandoli per veri e propri demonietti, decide di correre in soccorso di Qui, Quo e Qua. In un batter d’occhio crea una potente pozione che riesce a dar vita agli oggetti inanimati per terrorizzare Paperino. Il suo intento è di vendicare i paperotti ed impossessarsi dei dolci dello zio. Inizialmente il piano sembra funzionare, ma poi Paperino deciderà di opporre resistenza. Non accettando di essere chiamato fifone (un pollastro, per l’esattezza), proverà a nascondere in più modi la chiave della dispensa in cui conserva le sue delizie. Ma c’è poco che Paperino possa fare per opporsi alla magia di Strega Nocciola. Ecco che, come in ogni cartone Disney, ne subirà di cotte e di crude e dovrà arrendersi.

Nocciola Vildibranda Crapomena

la-notte-di-halloween
© The Walt Disney Company

La Notte di Halloween è il film in cui fa il suo primissimo debutto il personaggio di Strega Nocciola. Si tratta di una donna bassina, dal naso rosso e vestita con gli abiti tradizionalmente attribuiti alle streghe. Entra in scena durante una notte di luna piena, vestendo un cappello a punta e svolazzando sulla sua scopa di nome Belzebù. In questa sua prima comparsa, emerge subito uno dei principali difetti caratteriali del personaggio, che lo definirà nel tempo. Nocciola non sopporta di non essere presa sul serio ed i paperotti conquisteranno le sue simpatie riconoscendo che è una “vera strega“.
In seguito, il personaggio continuerà ad apparire saltuariamente sul fumetto italiano di Topolino in storie come Paperino e l’aspirapolvere fatato, Il Dottor Paperus e Pippo e la fattucchiera. A volte più cattiva, a volte più burlona, Strega Nocciola è un personaggio che col tempo è riuscita a conquistare l’affetto dei lettori italiani.

Giuggiole, lapilli, fatiche e guai,
il calderone bolle come non mai!
Occhi di rospo e lingua di serpente
di questi paperi si pentirà il parente!
Collo di bottiglia, coda di caprone
e per finire
un bel lombrico che inneschi la pozione!

Halloween, Halloween, è la notte del terror!

la-notte-di-halloween
© The Walt Disney Company

Paul Smith realizza per questo breve corto di appena 8 minuti dei brani di grande effetto, che si imprimono con molta facilità nella testa dello spettatore. Sin dal principio veniamo accolti dalla canzone Trick or Treat for Halloween (Dolcetto o scherzetto per Halloween). Un brano che funge sia da sigla iniziale, sia da sottofondo musicale in alcune scene clou della storia. Il testo fa uso di rime, assonanze e ripetizioni per persuadere l’ascoltatore a non scherzare con le tradizioni di Halloween e prendere sul serio la richiesta di dolcetti da parte dei bambini, altrimenti son guai!

Paperino e le forze occulte

la-notte-di-halloween
© Topolino

Durante lo stesso anno uscirà sul numero 26 di Donald Duck e sul numero 56 di Topolino un fumetto di Carl Barks che rielabora sotto forma di vignette la storia del corto. Tuttavia, nella versione italiana, non a caso intitolata Paperino e le forze occulte, la vicenda non è ambientata nel giorno di Halloween, ma durante la festività più italiana del Carnevale. Al di là di questa pseudo censura tipica del nostro Paese, che ancora oggi, a distanza di anni, non riesce ancora ad accettare la festività di Halloween, il fumetto subì delle censure anche oltreoceano. Infatti, alcune tavole disegnate da Barks furono eliminate perché i mostri rappresentati vennero definiti troppo spaventosi.

Conclusioni

La Notte di Halloween è una piccola perla che ci introduce un nuovo personaggio dell’universo Disney, Strega Nocciola. Una donna che, a ben vedere, non è cattiva, ma un’emarginata alla ricerca di qualcuno che creda nelle sue capacità. Un eroina che, a modo suo, cerca di riportare un po’ di giustizia nel mondo.  La Notte di Halloween è anche un corto pregevole, che come molti prodotti di vecchio stampo della Disney cerca di intrattenere grandi e piccoli, alleviare lo stress e rubare un sorriso anche dalle labbra del pubblico più esigente. Ci riesce? Affermativo.

2 commenti

  1. Ma che Bellezza non lo conoscevo 😍😍😍 perfetto per grandi e piccini. Peccato per le censure che ancora oggi ci colpiscono

    1. Author

      Sono contenta di averti fatto conoscere questo piccolo gioiellino 😀

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.