the Sawyer massacre

Dal primo marzo 2021 è partita la campagna di raccolta fondi per la realizzazione di The Sawyer Massacre, un fan-film ispirato a Texas Chainsaw Massacre ambientato diversi anni prima dell’originale che vuole dare uno spaccato più profondo sull’intera famiglia e la sua tendenza al cannibalismo. Un piccolo cammeo è interpretato da John Dugan che nell’originale aveva il ruolo di Nonno Sawyer. La campagna è attualmente attiva tramite il sito IndieGoGo.

The Sawyer Massacre: The Texas Chainsaw Massacre – Trama

the Sawyer massacreAl fine di aiuto a superare un lutto, gli amici di Jimmy organizzano un viaggio verso le campagne del Texas per allontanarlo dal caos cittadina.  Alla ricerca di provviste per il loro accampamento, I ragazzi si fermano a una stazione di servizio dove gli vengono date direttive per trovare ciò di cui hanno bisogno presso una vecchia casa isolata. Ma la fattoria non è ciò che sembra. I ragazzi si troveranno ad essere braccati da uno psicopatico con istinti cannibali ed un arsenale di strumenti a sua disposizione. E se pure qualcuno riuscisse a sopravvivere a questo incubo, potrebbe desiderare di non averlo mai fatto.

La campagna

La campagna durerà due mesi. I contributi dei donatori variano da un $2  a un pacchetto di $7500. Merchandise si divide fraFelpe, Blu-Ray e perfino la maschera di Leatherface usata all’interno del film.

Questo film è adatto ai fan desiderosi di un ritorno della natura inquietante e grintosa del film originale.

I fan potranno godere di una storia fresca coinvolgente e divertente di per sé, ma che rende un superbo omaggio al film originale.

Collaborando con le società di produzione cinematografica indie Solar Squid Productions e Josh Skurnik Productions, il regista Steve Merlo produrrà un film terrificante che fche si propone di far parlare di sé e generare incubi quanto l’originale.

Leatherface in pillole. Fra storia e leggenda

Dato per scontato che è ormai assodato che la storia di Leatherface così come la si vede nei film è puro frutto di fantasia, bisogna però sottolineare che ci furono degli omicidi, proprio nella regione del Texas che ispirarono la sua figura, oltre che di altri personaggi della cinematografia horror.  Stiamo parlando di Edward Theodore Gein.

Ed Gein fu un uomo mentalmente disturbato, nato e cresciuto in un contesto familiare che definire di mentalità ristretta sarebbe limitativo. La madre era una fervente cristiana e nutriva un profondo odio per il genere femminile tanto da ritenere che fossero tutte puttane a eccezione di lei stessa, arrivando a far promettere sia ad Edward che a suo fratello di non sposarsi mai e non avere mai una donna.

Gli omicidi e il vero stato di follia di Gain sembrano essere iniziati, comunque, dopo la morte della madre (se si esclude ovviamente la morte del fratello di cui Ed fu accusato, ma non ritenuto poi colpevole).

Fu l’omicidio di Berenice Wordern, madre del vice sceriffo, portare alla luce le sue nefandezze. Quando gli agenti misero piede nella fattoria trovarono un vero e proprio teatro degli orrori. Pezzi di corpi umani usati come suppellettili o per costruire lampade e altri oggetti di uso comune, abiti e maschere di pelle umana, nasi, teschi e frammenti di ossa. Gain confermò, più tardi, alcuni omicidi delle persone scomparse in quel periodo e la profanazione di alcune tombe.  Queste, una volta riaperte, confermarono la veridicità delle sue affermazioni.

Morì nel luglio dell’1984 in stato di detenzione. Ancora oggi la sua figura è alla basi di diversi personaggi dell’orrore. Oltre all’universo legato alla figura di Leatherface, appunto, è possibile riscontrare alcuni dei suoi comportamenti anche in altre opere come Psyco (sia l’opera di Bloch che il film di Hitchcock), Il silenzio degli innocenti e American Horror Story.

Cosa dobbiamo aspettarci da The Sawyer Massacre?

Per quanto riguarda l’opera di Merlo, come abbiamo detto, è ambientato alcuni anni prima rispetto agli eventi narrati nel film del 1974 e ci permetterà quindi di conoscere un nuovo aspetto di questo personaggio, almeno per come lo immagina il regista. Noi siamo sicuri che sarà degno dei film che l’hanno preceduto e vi invitiamo a finanziare  il progetto seguendo questo link.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.