Hagen di Tronje – L'ultimo dei vichinghi di Wolfgang Hohlbein

Hagen di Tronje – L’ultimo dei vichinghi è un romanzo di Wolfgang Hohlbein di genere fantasy. Portato in Italia da Fanucci è possibile acquistare da oggi in formato digitale e molto presto anche in veste cartacea.

Hagen di Tronje – L’ultimo dei vichinghi – Trama

Hagen di Tronje – L'ultimo dei vichinghi di Wolfgang Hohlbein
Hagen di Tronje – L’ultimo dei vichinghi di Wolfgang Hohlbein
Acquista su
Amazon

La sua terra, Tronje, è una roccia sperduta all’e­stremo Nord, una fortezza imponente e cupa minacciata dalla furia del mare e dalle tempe­ste. La sua vita è legata a Worms e al suo sovra­no, Gunther di Burgundia, del quale Hagen è maestro d’armi, consigliere e soprattutto amico e suddito fedele; il suo affetto e le sue preoccu­pazioni sono invece legati a Crimilde, sorella di Gunther.

Al ritorno da una spedizione ai confini del re­gno, Hagen, ferito e stravolto dalle fatiche, è accolto da tetri presagi di sventura. Gunther, del resto, lo ha sempre ritenuto un incallito pessimista. Questa volta però Hagen non s’in­ganna. L’arrivo di Sigfrido e dei suoi nibelunghi semina in città il germe della futura, irrevoca­bile sventura. La debolezza di Gunther e dei suoi fratelli, Gernot e Giselher, si manifesta in tutta la sua evidenza, così come prende forma l’amore indissolubile di Sigfrido e Crimilde. Ma è solo per amore che Sigfrido vuole chiedere a Gunther la mano della ragazza? Alberico, reti­cente suddito di Sigfrido, ordisce i suoi intrighi e il destino compie la sua inarrestabile marcia. Sigfrido marcia al fianco di Worms per aiutarla contro i suoi nemici, e più passa il tempo più il suo consenso e il suo potere a corte crescono. Ma Hagen ha ancora una carta da giocare.

Il viaggio di Gunther in Islanda, il confronto con Brunilde e il ruolo di Sigfrido nell’intrico di raggiri e tradimenti danno alla vicenda una drammatica intensità e ne preparano il tragico esito. Quando mai si sono affrontati due eroi così antitetici? Hagen di Tronje, l’eroe cupo e solitario del Canto dei nibelunghi, il vero eroe di questo romanzo, e Sigfrido di Xanten, il più fulgido fra tutti gli eroi della mitologia nordica, l’uccisore del drago e sovrano del mitico regno dei nibelunghi. Ma Sigfrido è davvero grande e perfetto come vuole la fama che lo circonda?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.