il giorno dopo il lieto fine Biancaneve

La prima favola a cui si tenta di dare un fiale dopo il finale nell’opera Il giorno dopo il lieto fine di Alice Chimera è quella di Biancaneve. Potrebbe apparire davvero bello aver finalmente raggiunto la felicità. Eppure qualcosa sembra riemergere dal passato.

Biancaneve – Il giorno dopo il lieto fine – Trama

il giorno dopo il lieto fine alice chimera
Il giorno dopo il lieto fine di Alice Chimera
Acquista su
AmazonMondadoriFeltrinelliIBSLibraccio

La strega è morta e Biancaneve ora è regina. Cosa la aspetta ora che il regno è nelle sue mani?

Recensione

Biancaneve, ci racconta l’autrice, era una delle sue favole preferite. Eppure non viene risparmiata dal flagello di vedere il suo lieto fine cadere in un milione di piccoli pezzi.

Le favole ci presentano sempre di una Biancaneve buona e gentile. E in effetti è così che ha inizio il suo regno nella pace e nell’amore per i suo popolo fino al momento in cui una mela torna a far vacillare le sue certezze e così di poco in poco Biancaneve si trasforma rasentando l’isteria. E tutto per una mela. Una sola piccola mela.

Il trauma riemerge ricordandole che un tempo una mela l’aveva quasi uccisa. E così inizia il suo declino. Un declino che va sempre più a fondo dove il sospetto e l’ossessione camminano di pari passo.

Biancaneve è il più breve dei finali narrati, forse perché il primo e fa anche un po’ da introduzione a queste storie che tendono a scoprire come sia andata realmente a svolgersi la vita dei personaggi che abbiamo conosciuto grazie alle favole. Il vero finale dopo l'”happy ever after”, la caduta di quelli che sono stati gli idoli nella nostra infanzia.

La trasformazione di Biancaneve è forse quella più sconvolgente fra quelle dei vari personaggi trattati. In questa Biancaneve non troviamo quasi più traccia del personaggio della Disney o in generale di quello conosciuto nella tradizione favolistica. Cambia, forse troppo e in un modo che non ci saremo aspettato. Lei che è sempre apparsa come la più ingenua delle principesse ora assomiglia quasi più ad una villain.

È davvero possibile un cambiamento così profondo? Probabilmente sì. L’autrice non lascia dubbio sul percorso tortuoso che ha afflitto la sua protagonista. Ma del restoesiste davvero il lieto fine?

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.