fanno solo polvere

  “Fanno solo Polvere” è un fumetto realizzato dal collettivo Fuori dal Sacco che racconta il mondo del fumetto visto dai suoi lettori. La storia con una time line di poche ore racconta il mondo che si cela dietro lunghe collezioni di tavole illustrate raggruppate in pile di volumi conservati lì a prender polvere o forse no…

Fanno solo polvere – Trama

Sara scopre la passione per i fumetti di Cesare mentre è in visita alla sua casa vacanze. Attraverso alcuni numeri si svelano anche le storie dei personaggi a cui queste stesse storie sono state così care e come questa passione li abbia accompagnati.

Recensione

un anno mostruoso - fanno solo polvereRaccontare la passione per il fumetto attraverso il fumetto è sicuramente un’idea interessante. Un genere  spesso ancora visto come di nicchia o per bambini, massimo ragazzi, specialmente nel nostro paese, quando in realtà si tratta di una categoria di scritti che può essere rivolta a differenti fasce di età. E nel presentare questo mondo a Sara, Cesare fa proprio questo in un crescendo che parte da una storia che può apparire più infantile quale Un anno mostruoso passando ad altre con contenuti più seri ed adulti nelle successive. E nel frattempo la trama principale prende vita rivelandoci qualcosa sia di Cesare, ma anche di suo padre che ha trasmesso a lui questa passione.

Quattro storie in medias res

Le quattro storie racchiuse all’interno del volume sono molto diverse fra loro. Se Un anno mostruoso, come abbiamo detto prima, mostra dei tratti più fanciulleschi, quasi la storia fosse rivolta a un pubblico più giovane, le cose sono già molto diverse con Rayl che ha i tratti di una storia dal carattere sci-fi e quindi un fattore più avventuristico. Più cruda, invece risulta Animalia che ha invece il sapore di un horror drammatico, mentre Faculty fa un passo indietro ritornando a uno schema di colori forti e atmosfere che potrebbero risultare più familiare nonostante l’ambientazione di stampo futurista.

animalia - fanno solo polvereTuttavia, c’è da sottolineare una criticità in questo schema. La scelta di partire da punti discontinui della trama delle storie crea una certa sensazione di vuoto come se mancasse qualcosa all’intera trama. E se un anno mostruoso riesce a sviare questa problematica proponendo un episodio conclusivo che può quasi essere considerato come uno special estivo e Faculty racconta  un’avventura che potrebbe definirsi anche chiusa, lo stesso non si può dire per Animalia, ma soprattutto per Rayl. Quest’ultimo lancia il lettore all’interno della trama e lo abbandona ancora nel mezzo della storia  lasciandolo un po’ con un palmo di naso. Più che nelle altre, in questa storia, non. ci si riesce ad orientare e si ha l’impressione di essere un po’ abbandonati.

È chiaramente la mia opinione e potrebbe tranquillamente essere differente da quella d’altri, ma forse sarebbe stato preferibile inserire il primo capitolo di ogni storia. Del resto, quando vi sia capitato di farvi prestare un nuovo fumetto da un amico avete cominciato dal numero 1 o dal 45?

“Fanno solo polvere” l’altra storia

Il filo conduttore dei quattro racconti racchiusi all’interno del volume è quello della storia di Cesare, ma anche, come abbiamo detto quella di suo padre. E forse fra tutte è la storia che ha maggiore interesse e quella su cui c’è da ragionare di più. La loro storia è quella di pile e pile di fumetti, che potrebbero essere anche pile e pile di libri. Volumi accumulati nel corso degli anni e che sono parte delle storie dei loro lettori. Credo che fra i nostri lettori ci siano tanti collezionisti di materiale cartaceo. Materiale che arriva nelle nostre case, per il quale fremiamo ogni volta che veniamo a conoscenza dell’uscita del nuovo numero. E magari non lo leggiamo subito, ma sappiamo che è lì, ad attenderci. E sappiamo che anche tutti quei milioni di libri e fumetti che ci hanno accompagnato in passato e che ora sono lì a prendere la polvere, sono parte di noi e del nostro passato e che, dopotutto, non abbiamo nessuna intenzione di separarcene.

Ringraziamenti

Purtroppo, Fanno solo polvere è ormai un volume irreperibile in quanto fuori catalogo. Ed è un vero peccato perché ha promesso ad alcuni illustratori e creatori di storie di fare la loro prima esperienza con un prodotto finito volto alla carta stampata. A me il volume è arrivato come un prestito da parte di Iacopo di The Importante of Being Nerd, un canale Twitch che parla di diverse tematiche legate al mondo del fumetto, cinema e videogiochi e che vi consigliamo di seguire se siete appassionati di questo tipo di cultura.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.