Matildà Con l'accento sulla A - Poster locandina

Matildà – Con l’accento sulla A è una Web Serie raccolta in un unico film breve disponibile da pochi giorni su Amazon Prime Video nata dalla collaborazione del regista Daniele Misischia (The End? L’Inferno fuori) e l’Attrice Arianna Bonardi La giovane protagonista è una sicaria romana che, in realtà, non ama molto il suo lavoro e vorrebbe dedicarsi a tutt’altre passioni che però le vengono negate dalla scelta del padre che vuole portare avanti l’attività di famiglia.

Fra una serie di sfortunati eventi e un pronunciato accento romano seguiamo le avventure di Matildà alle prese con il suo lavoro.

Matildà – Con l’accento sulla A – Trama

Matildà Con l'accento sulla A - Poster locandina
Matildà – Con l’accento sulla A
Guarda gratis su
Amazon Prime Video

Matildà è una sicaria romana costretta al suo lavoro dal padre, temuto killer romano e grande appassionato di “Leon” che la vorrebbe intrepida come la giovane protagonista del film. Ma la povera ragazza è timida, imbranata e farebbe di tutto per cambiare vita. E così, tra una pulizia e l’altra, sogna la normalità.

Recensione

Irriverente, sfacciato, Matildà vede una protagonista alle prese con una realtà che le sta stretta, cucita addosso da un padre che la vorrebbe come lui, mentra la ragazza sogna una vita completamente diversa.

Costruito su un soggetto scritto dalla stessa attrice protagonista, Arianna Bonardi, il film è un flusso di coscienza della giovane che non vorrebbe ammazzare la gente come da lei ci si aspetta, ma che finisce per completare il suo lavoro più perché perseguitata da un destino di sfortuna che per mera volontà.

Matilda - Oscar Biglia e Arianna Bonardi in una scena del film
Matildà – Con l’accento sulla A – Oscar Biglia e Arianna Bonardi in una scena del film

Matildà vorrebbe una vita normale e lo ribadisce più volte coi suoi pensieri che parlano allo spetatore. Sogna di studiare o anche fare davvero le pulizie come lo potremmo intendere tutti noi altri.

Matildà e Leon di Luc Besson

Il riferimento al film non è solo palese, ma anche perfettamente dichiarato. È la stessa Matildà ad informarci che il padre aveva una passione tale per quel film da aver “imparato”, si fa per dire, il francese e lo stesso nome della protagonista è un riferimento al personaggio interpretato da Natalie Portman. Perfino lo stile della famiglia Ndocogliocoglio imita quello del protagonista Leon.

È chiaro dunque che l’opera si pone ad essere un tributo in chiave comica ad una pellicola che sicuramente ha lasciato la sua traccia nella storia del cinema.

Matildà e una serie di sfortunati eventi

Matildà - Con l'accento sulla A - Arianna Bonardi in una scena del film
Matildà – Con l’accento sulla A – Con l’accento sulla A – Arianna Bonardi in una scena del film

Come abbiamo detto fin dall’inizio di questa recensione, Matildà odia il suo lavoro, detesta il sangue e non vorrebbe essere costretta ad assassinare le persone. Eppure Matildà è anche perseguitata dalla sfortuna, sfortuna che però la porta ogni volta a portare a termine le sue mansioni non con poco dispiacere.

Matildà, in cuor suo, soffre ogni volta che porta a termine un incarico chiedendosi se davvero non ci sia modo di uscire da quel tipo di vita.

La sfortuna di Matildà è legendaria, la segue e la pedina in tutto quello che fa, nella vita quotidiana, sul lavoro, perfino nelle piccole cose. La rendono umana e allo stesso tempo una piccola eroina dei nostri giorni per quelle azioni che a lei capitano fin troppo spesso e che pure molti di noi possono riconoscere. Quante volte del resto abbiamo ricevuto quella telefonata proprio nel momento sbagliato? Quante volte ci siamo ritrovati in situazioni scomode? O non ricordavamo perché avevamo segnato di dover ricordare qualcosa di importante, ma non ci torna in mente di cosa si tratta fino a quando non è troppo tardi?

Curiosità

Matildà nasce prima come personaggio comico di Cabaret, portato in scena dall’attrice Arianna Bonardi e trasformato poi in un prodotto Web da Daniele Misischia. La sua prima apparizione è stata nel Gennaio 2018 presso il Makkekomiko di Alessandro Mago Mancini, direttore artistico dell’Accento Teatro di Roma, una scuola rinomata per giovani comici in erba che vogliono intraprendere una carriera nel Cabaret. E non a caso il ruolo del Padre di Matildà è interpretato dal noto cabarettista romano del circuito Makkekomico Oscar Biglia. 

Matilda - Arianna Bonardi e Arianna Ninchi in una scena del film
Matildà – Arianna Bonardi e Arianna Ninchi in una scena del film

Uno dei punti forza della Web Serie è proprio la commistione tra attori professionisti quali Arianna Ninchi, Francesco Primavera e lo stesso Mago Mancini  che assieme ad Oscar Biglia chiuderanno la Serie; e youtuber famosi in ambito cinematografico quali Violetta Rocks, Federico Frusciante e VictorLazlo88. Giovani e meno giovani generazioni di artisti che si incontrano in un prodotto fresco ed originale che vuol far sorridere sia i nostalgici che gli amanti di un genere humor più particolare.

A chi è consigliata questa serie?

Matilda - Violetta Rocks in una scena del film
Matildà – Violetta Rocks in una scena del film

Abbiamo chiarito fin dal  primo momento che la serie ha un forte lato comico. Se non gradite questo aspetto, in linea di massima possiamo dire che non fa per voi. Se invece vi interessa scoprire un qualcosa di  diverso allora potreste sicuramente dare una possibilità a questa piccola opera ce per certi versi potrebbe anche rammentare pellicole come un ben più famoso Lo chiamavano Jeeg Robot. Per quanto mi riguarda devo ammettere che in più punti mi ha strappato un sorriso è chiaro che la Bonardi aveva lei idee decisamente chiare quando ha scritto il carattere di questo personaggio. Per il resto, la serie ha una durata molto breve (in un’ora la si può guardare completamente dall’inizio alla fine) e pertanto è decisamente perfetta per chi cerca un qualcosa di leggero e non troppo impegnativo con cui svagarsi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.