Solo gli amanti sopravvivono

Per la rubrica Vampireide ho deciso di analizzare come primo film una pellicola che rivisto recentemente: Solo gli amanti Sopravvivono.

Solo gli amanti sopravvivono, in lingua originale Only Lovers Left Alive, è un film scritto e diretto da Jim Jarmusch. Fu presentato per la prima volta nel 2013 in concorso alla 66ª edizione del Festival di Cannes, ma venne distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dall’11 aprile 2014. In Italia venne presentato per la prima volta il 27 November 2013 al Torino Film Festival, per poi uscire nei cinema il 15 Maggio 2014.

Solo gli amanti sopravvivono
Solo gli amanti sopravvivono di Jim Jarmusch
Acquista su
Amazon IBSPrime Video

Le riprese iniziarono il l’8 luglio e terminarono l’11 settembre 2012. Fu girato tra Germania, Marocco e Stati Uniti d’America e tra le città di Amburgo, Detroit, Colonia e Tangeri.

Il film dura 123 minuti e viene classificato come un film Drammatico e sentimentale. La fotografia ècurata da Yorick Le Saux, il  montaggio da Affonso Gonçalves e le musiche da Jozef van Wissem. Le case di produzione che si sono occupate della pellicola sono la Recorded Picture Company e Pandora Filmproduktion, mentre la distribuzione fu ad opera della Movies Inspired.

Solo gli amanti sopravvivono  – Trama

Adam ed Eve sono vampiri e amanti da tempo immemore. I due vivono separati, coltivando i loro rispettivi interessi. Adam è gravemente depresso e medita il suicidio, per via della piega che la sua vita umana sta prendendo, nonostante i suoi sforzi. I due allora si ricongiungono, così che Adam possa distogliere la sua mente dagli oscuri pensieri che l’affollano, finché non vengono interrotti dall’arrivo di Ava, la sorella minore di Eve.

Cast e personaggi

Mia Wasikowska in Only Lovers Left Alive (2013)
Mia Wasikowska in Only Lovers Left Alive (2013)

Eve e Adam sono i personaggi principali, interpretati rispettivamente da Tilda Swinton e Tom Hiddleston. I due sono amanti da diversi secoli ed entrambi, da quello che ho evinto tramite alcuni dialoghi, molto antichi. Adam è un romantico, un nostalgico, un animo tormentato che si esprime attraverso la musica, convinto che non ci sia più posto per lui nel mondo, un mondo che gli uomini stanno contaminando. Eve, a differenza sua, sembra essersi adattata, trovando il suo equilibrio e la pace. I due sono rappresentati da una palette di colori differenti. Lui da colori scuri, mentre lei da colori chiari, luminosi, colori che tra loro contrastano e che sembrano anche riprendere un po’ il loro carattere, il loro approcciarsi al creato.

Ava, interpretata da Mia Wasikowska, è la sorella minore di Eve, una vampira esuberante, quasi immatura, che non riflette sulle sue azioni e combina solo guai. A differenza dei due amanti ella ama divertirsi, mescolarsi tra i mortali, ma per fare questo sembra creare spesso problemi.

Tilda Swinton and Tom Hiddleston in Only Lovers Left Alive (2013)
Tilda Swinton and Tom Hiddleston in Only Lovers Left Alive (2013)

Altri personaggi di spicco sono Marlowe e Ian, quest’ultimo è un umano che aiuta Adam in tutto ciò che ha bisogno, procurandogli ciò che lui non può reperire per il sole o tutto ciò che gli serve. Anche egli sembra appassionato di musica come Adam e anzi, sembra ammirarlo per i suoi componimenti.

I temi

Si tratta di un film profondo, che tratta tematiche come il suicidio, l’amore come ancora di salvezza, il deterioramento del mondo circostante, il nascere e morire costante dei prodotti della civiltà umana, in un flusso continuo, un flusso circolare che porta che viene anche ribadito in uno scambio di battute sul luogo in cui Adam vive, e il sopravvivere al passare del tempo e al mutare della società.

Guardando Adam si può notare che prima di essere un vampiro è un uomo stanco, insoddisfatto del mondo, di quello che è diventato e incapace di accettare la sua condizione. Egli ha una visione pessimistica del futuro, si atteggia in modo estremamente critico verso gli umani, cosa che in parte viene condivisa da Eve, ma che riesce a vedere dei bagliori di speranza in menti singolari, anche poiché lei ha accettato la sua condizione e l’abbraccia.. Le chiavi di lettura del film sono varie, così come le tematiche, tutte legate all’amore e alla morte, topoi comuni nei prodotti in cui sono presenti dei vampiri, ma che qui vengono affrontati in maniera diversa, più eterea, proprio come ci si aspetterebbe da creature antiche e che sono da questa terra da secoli.

I vampiri

solo gli amanti sopravvivono - only lovers left aliveI vampiri in questo film sono solitari, vivono ai margini della società osservando il passare del tempo e non interferendo più di tanto con la vita degli uomini. Pochi sono gli esseri umani che sono a conoscenza dell’esistenza dei vampiri e quest’ultimi proteggono i loro segreti. Gli umani vengono chiamati Zombie da loro e si evince che il per i protagonisti trovare del sangue non contaminato sia ormai difficile, tanto che sono costretti a razionare le scorte di sangue per non morire di fame. L’atto del nutrimento, inoltre, pare mandarli in estasi. Questi vampiri non sembrano avere particolari capacità sovrannaturali, ma dal modo in cui Ava, sorella di Eve, si preannuncia ai due amanti tramite un sogno, e come ne parla successivamente alla sorella, fa pensare che che abbiano la capacità di comunicare tramite questi, o indurre un determinato sogno a chi desiderano, ma non vengo specificate le dinamiche o il modo in cui tutto funziona.

Alcune credenze radicate nella cultura popolare sono trasformate in eventi che possono portare sfortuna, infatti vi è un dialogo tra Eve e Ava in cui la maggiore afferma che varcare la soglia di una casa in cui non si è invitati porterebbe sfortuna.

Questo particolare, come il sogno, sembra ricollegarsi al folklore di vari popoli e a vari vampiri che popolano il grande e piccolo schermo.

I vampiri non sembrano avere una struttura sociale, ma sul mondo vampiresco di questa pellicola si sa ben poco anche se non mi dispiacerebbe scoprire di più, di certo sembrano rispettare alcuni punti cardine: vivono a lungo, devono nutrirsi di sangue ed evitano la luce del sole.

Recensione

In solo gli amanti sopravvivono troviamo atmosfere cupe che si sposano perfettamente con le creature che sono soggetto della pellicola, in vengono affrontate situazioni intime e domestiche, a differenza di altri film. Infatti l’idillio che si crea una volta avvenuto il ricongiungimento dei due amanti è spezzato dall’arrivo di Ava, la sorella di Eve che ha dei comportamenti sconsiderati.

L’intero film si basa sul mostrare queste creature antiche in relazione al mondo degli anni duemila, un mondo degradato che è diverso dal modo che loro hanno avuto modo di conoscere e vivere. Si vede il modo diverso in cui varie personalità si approcciano, a cosa si aggrappano per sopravvivere e l’amore è ciò che permette alla coppia di continuare a vivere. L’amore non è inteso solo come l’amore romantico che li lega, ma anche come amore per sé stessi, per il proprio pianeta, per la propria passione. Questo è il motore dell’intero film, che coniuga figure che appartengono principalmente alla fantasia a tematiche più attuali, come l’inquinamento, la “contaminazione”.

Si tratta di un film da vedere con attenzione, per godere di ogni sua sfumatura.

2 commenti

  1. Loro sono due attori eccezionali e lo dico da non fan di Hiddleston. Sulla Tilda inutile spendere parole, l’apprezzo quasi sempre proprio per le caratteristiche che la rendono così peculiare. Tra l’altro ogni volta che lo guardo sto film mi suscita una riflessione diversa, se ne potrebbe parlare in eterno.

  2. La prima riflessione che questo film ha suscitato in me è fino a che punto l’immortalità potrebbe davvero essere un buon affare…Non sono ipocrita, è un buon affare ma non esente da tormenti e questa è una delle pellicole che mette in risalto proprio questo aspetto…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.