Uno di noi è il racconto proposto da Dennis Etchison  per la raccolta Storie da Incubo che noi possiamo leggere grazie a Independend Legions. Questo racconto si differenzia notevolmente da quelli che abbiamo letto fino ad ora, se non per altro per il suo punto di vista che non è più quello della vittima, ma si sposta su differenti soggetti  che si trovano a dover condividere quella che possiamo definire un tipo “particolare di esperienza”.

Uno di noi – Trama

Una Lincoln parcheggiata di fronte a una grande casa è n attesa di alcuni ragazzi da accompagnare a un concerto. Tuttavia, le cose spesso sono ben diverse da quello che possono apparire.

Recensione

Vi è mai capitato di dover usufruire di un servizio di auto a noleggio? Affidarvi completamente ad uno sconosciuto per il vostro viaggio. Uno sconosciuto che, sebbene stiate pagando, potrebbe essere chiunque. Tuttavia, non si potrebbe dire lo stesso del passeggero trovandosi sul fronte opposto?

Uno di noi prende un evento della quotidianità, un viaggio in auto verso una meta designata. Un qualcosa che potrebbe appartenere alla vita di ognuno di noi in cui possiamo identificarci. Almeno in parte…

Perché il procedere del racconto ci svelerà una verità che certamente non era prevista.

Potrebbe essere il tuo vicino

Fondamentalmente il racconto non genera un grande senso dell’orrore.  Quel che accade avviene, se vogliamo usare una metafora cinematografica, fuori dallo schermo. Piuttosto si può dire che per buona parte si percepisce quella sensazione del qualcosa fuori posto. E successivamente, alla chiusura del brano,  quel senso del potrebbe accadere anche a me. Del resto la situazione descritta è prettamente parte del quotidiano ed effettivamente chiunque potrebbe ritrovarcisi coinvolto nel mezzo senza nemmeno rendersene conto.

Interessante è certamente l’elemento dell’ambivalenza, in cui si può dire che autista e passeggeri siano più simili di quanto ci si aspetta e sebbene nessuno sospetti dell’altro tanti piccoli elementi possono portare quelle che sono le menti più sveglie all’interno della trama a unire qualche punto.

Non fra i miei preferiti, in ogni caso, il racconto lascia un po’ un senso dell’amaro. Mi aspettavo certamente un qualcosa in più soprattutto se il pezzo viene confrontato con altri dei quali abbiamo già trattato. La scrittura è comunque buona, per carità, ma l’azione è forse un pochino debole.

Autore

  • KeiLeela

    Classe '90. Nella vita mi occupo di codice e grafica, nel tempo libero navigo verso mondi fantastici. Fondatrice del portale Vampire's Tears, tratto di argomenti legati all'horror e al fantastico. Indago su miti e leggende e misteri esoterici.

    Visualizza tutti gli articoli