cinecomics

Questi ultimi due anni, caratterizzati dalla pandemia, hanno decretato una vera e propria condanna per la settima arte. Moltissime pellicole sono state rinviate più volte, a causa dei rischi dovuti al covid. Nonostante tutto, ci è stato possibile rivivere la magia del cinema nelle sale e anche a casa nostra, grazie alle varie piattaforme streaming. Anche se in poche occasioni, ho apprezzato quel brivido che tanto mi era mancato insieme all”intro delle grandi case di produzione cinematografiche accompagnato da colonne sonore altisonanti. Doveroso da parte mia, menzionare alcuni film, tra quelli che ritengo i migliori del 2021.

Wonder woman 1984

Kristen Wiig in Wonder Woman 1984 (2020)© IMDb

Dopo vari ritardi, in Italia è stato possibile vederlo agli inizi del 2021, tramite Amazon Prime Video e Chili. Anche se ne ho apprezzato vari aspetti, questo sequel non mi ha mandato in estasi, come il primo film.

Tecnicamente lo stile della Jenkins, come la fotografia e gli effetti, sono impeccabili. La storia risulta facile da seguire. Ho apprezzato molto che Diana, basi sempre l’essenza della sua eroicità sulla verità. Questa coerenza alla lunga la porta a rinunciare ai propri desideri.

Ebbene, la nostra Dea è come una qualsiasi donna mortale. Una donna che si sente sola, che in certi momenti si mostra egoista che si vergogna delle sue scelte.

Il suo conflitto interiore e il dramma della sua esistenza immortale e solitaria ha reso la storia più ricca. Il bello di Wonder Woman è che fa sempre la scelta giusta, il suo laccio di Estia, non fallisce e di conseguenza neanche lei può fallire.

JUSTICE LEAGUE – The Snyder’s cut

Zack Snyder's Justice League (2021) Ben Affleck, Henry Cavill, Jason Momoa, Gal Gadot, Ezra Miller, and Ray Fisher in Zack Snyder's Justice League (2021)
Zack Snyder’s Justice League (2021)
Ben Affleck, Henry Cavill, Jason Momoa, Gal Gadot, Ezra Miller, and Ray Fisher in Zack Snyder’s Justice League (2021) © IMDb

La pellicola ha subito dell’avvicendamento tra Snyder e Joss Whedon che dovette abbandonare la regia nella fase di post-produzione. Posso dirlo a gran voce: questa versione è stata di gran lunga migliore di quella Di Joss Whedon del 2017. Dall’alto delle sue quattro ore circa, la pellicola presenta moltissime scene in slow motion, come è nello stile di Snyder.

Si nota l’anima oscura e catartica tipica dell’universo Dc.

La trama è stata ben delineata e colma di dettagli sulla psicologia dei singoli personaggi che comporranno la lega della giustizia.  Ci aiuta a comprendere finalmente le motivazioni che spingono dapprima Batman e poi Wonder Woman a temere un’invasione aliena ad allearsi e proseguire nella ricerca di alleati che li aiutino nella grande battaglia che verrà.

La colonna sonora è molto ricca e accompagna bene le scene, dalle più rapide e ricca di suspence, ai combattimenti surreali e nelle scene lente che vengono rese più poetiche.

Black Widow

Rachel Weisz, Scarlett Johansson, Ray Winstone, David Harbour, O-T Fagbenle, and Florence Pugh in Black Widow (2021)
Rachel Weisz, Scarlett Johansson, Ray Winstone, David Harbour, O-T Fagbenle, and Florence Pugh in Black Widow (2021) IMDB

Ennesima uscita cinematografica lunga e sofferta, ma non soltanto a causa della pandemia.

Obbiettivamente la pellicola sulla nostra amata vedova, avrebbe dovuto esordire molto tempo prima. La storia è collocata temporalmente tra gli eventi di Civil War, dopo lo scisma degli Avengers e prima di Avengers Infinity War.

Abbiamo visto qualcosina dell’infanzia di Natasha e conosciuto la sua famiglia acquisita.

La trama funziona alla grande, non mancano i colpi di scena e si è puntato moltissimo sulla spettacolarizzazione di lotte e conflitti a fuoco. Il ritmo è molto veloce, ciò permette allo spettatore di restare incollato alle sedie.

Natasha Romanoff è un icona del nostro tempo, una donna che non si ferma davanti a niente.

Una supereroina tra le migliori perché dimostra che non servono i poteri, ma un io irremovibile e un coraggio smisurato per vincere ogni sua battaglia.

Dune

Javier Bardem, Josh Brolin, Rebecca Ferguson, Jason Momoa, Sharon Duncan-Brewster, Oscar Isaac, Timothée Chalamet, and Zendaya in Dune (2021)
Javier Bardem, Josh Brolin, Rebecca Ferguson, Jason Momoa, Sharon Duncan-Brewster, Oscar Isaac, Timothée Chalamet, and Zendaya in Dune (2021) © IMDB

Tratto non da un fumetto in questo caso, ma dal primo romanzo del ciclo omonimo di Frank Herbert.

Ogni parte che contraddistingue la pellicola è studiata ad arte. La trama di questo primo capitolo è una lunga introduzione, mostra questo nuovo universo futuristico e spietato, tra intrighi di potere, misticismo e tecnologie avanzate.

Scopriamo il mondo di Paul Atreides e della sua famiglia, una casata nobile di soldati fedeli e di buon cuore che ovviamente si attira l’odio degli antagonisti. La fotografia e le scenografie, insieme alla regia sono impeccabili.

Ogni scena è un piccolo capolavoro di arte cinematografica e, nonostante il diffuso uso degli effetti speciali, non vi è ostentazione che sovrasti la qualità della storia.

La colonna sonora del grande Hanz Zimmer accompagna magistralmente ogni scena, dalla più avventurosa a quella più drammatica, donandoci ancora una volta emozioni sonore da pelle d’oca.

Non mi meraviglierei se questo film ricevesse diverse nomination.

Eternals

Ajak - Marvel Studios’ Eternals
Ajak – Marvel Studios’ Eternals © Marvel

Inizialmente vedendo un cast tanto stellare, temevo che il film sarebbe stato banale e super pubblicizzato ingiustamente, ma sbagliavo. Applaudo gli effetti speciali, il montaggio e la regia.

La storia colpisce davvero gli appassionati del genere. I dialoghi sono ben curati. Gli spunti narrativi sono diversi, oltre all’integrazione sociale, razziale e culturale che nonostante preveda dei personaggi di fatto alieni, li vede interpretati da attori che rappresentano le più disparate estrazioni etniche.

Cosa ancora più interessante è vedere finalmente un supereroe LGBTQ, nell’universo Marvel il che aiuta il pubblico a empatizzare con questi eroi. I personaggi inoltre non mancano di caratterizzazione ed è difficile scegliere il proprio preferito, questi alieni si dimostrano tutti più umani dei veri umani.

SPIDERMAN – no way home

Willem Dafoe, Benedict Cumberbatch, and Tom Holland in Spider-Man: No Way Home (2021)
Willem Dafoe, Benedict Cumberbatch, and Tom Holland in Spider-Man: No Way Home (2021) © IMDB

Termino con l’ultima fatica cinematografica del Marvel Cinematic Universe per chiudere in bellezza il 2021. Mi riferisco al terzo capitolo dedicato all’arrampica-muri.

 Il protagonista è stato grandioso.

La trama, nonostante la durata della pellicola è stata ben delineata. Le coreografie di lotta e i visual effect sono davvero impeccabili come la perfetta colonna sonora.

Ovviamente ciò che ho apprezzato maggiormente è la teoria del multiverso e il modo coerente e sagace in cui a noi fan sia stato possibile esultare in sala, dato il ritorno di molti villain (se avete visto il trailer lo saprete già) tra i più amati.

Pare chiaro che in qualunque universo egli abiti, l’amichevole Spiderman di quartiere debba rinunciare a coloro che ama a causa di “grandi responsabilità”.

In conclusione

Può sembrare che io guardi solamente film dedicati ai supereroi o al genere fantasy e fantascienza.

Non è così, ma tra tutti i film e i serial che ho visto in questo anno pandemico, ho trovato doveroso omaggiare con una rubrica apposta, queste pellicole in particolare e alcuni dei suoi protagonisti.

In fondo, tutti noi desideriamo essere più di quello che siamo, più forti, più eroici. Vorremmo fare grandi cose ed essere la versione migliore di noi stessi.

Almeno il cinema ci permette di sognare e di immedesimarci per qualche ora nei nostri idoli, sognando a occhi aperti per quelle avventure che nella vita reale, non potremo mai vivere.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.