CKRAFT

In attesa dell’uscita dell’album, il 3 giugno, i CKRAFT presentano il nuovo video di Epic Discordant Vision, la traccia che da il titolo all’album.

In meno di cinque minuti il quintetto francese ribalta il concetto di prog metal strumentale mischiando riff djent, sassofono, fisarmonica e una gran dose d’audacità!

Epic Discordant Vision

Epic Discordant Vision - CKRAFT album cover
Epic Discordant Vision – CKRAFT

Epic Discordant Vision sarà un album composto di 10 brani per una durata di circa 49 minuti, in cui la band scatena un mix dijazz e metal, tenuti insieme dalle immortali melodie dei canti gregoriani.  Il marchio di fabbrica dei CKRAFT è costituito da riff devastanti, assoli ululanti di musicisti jazz influenzati dal metal, e melodie antiche che attraversano i secoli.

L’ascoltatore ideale di Epic Discordant Vision è colui che apprezza il djent, il death, il metal tecnico e il prog, ma anche gli appassionati di jazz che, grazie alla loro libertà di vedute, hanno contribuito a rompere gli schemi dei generi.

L’album è stato registrato da Jean-Pascal Boffopresso Studio Amper, mixato da Marc Karapetiane masterizzato da Thibault Chaumontai Deviant Lab. In allegato potete vedere l’artwork realizzato da Olivier Laude.

“L’ispirazione è arrivata dopo aver ascoltato in successione Dancers to a Discordant System dei Meshuggah e il canto medievale gregoriano Visionem Quam Vidistis, cantata da alcuni monaci in modo molto tradizionale!”

Visionem Quam Vidistis riguarda una visione che hai davanti ai tuoi occhi, ma che devi tenere solo per te stesso “fino a quando il figlio degli Uomini non tornerà dai morti”.

Le religioni sono piene di queste piccole scene descritte in questi canti. Servivano ad aumentare l’obbedienza e la reverenza delle persone, la contemplazione e la celebrazione della divinità, ma ho sempre pensato che si trattasse di qualcosa di più, qualcosa di più profondo, a volte epico, oscuro, addirittura cinico, ma sempre “TRVE” se capisci cosa intendo.

Queste melodie sono di centinaia di anni fa, hanno posto le fondamento della cultura e della musica occidentale.”

Charles Kien sul brano Epic Discordant Vision

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.