Stranger Things – Quarta stagione (Parte Prima)

STRANGER THINGS. Vecna in STRANGER THINGS. Cr. Courtesy of Netflix © 2022

STRANGER THINGS. Vecna in STRANGER THINGS. Cr. Courtesy of Netflix© 2022

L’attesa è finalmente terminata, dopo tre anni ritorna la nostra amata Stranger Things con l’acclamata stagione 4 meglio la prima parte. Il primo volume è composto da sette episodi, mentre il secondo volume arriverà il 1° Luglio e sarà composto soltanto da due episodi. Disponibile su Netflix e prodotta dai fratelli Duffer. Ritornano i protagonisti delle prime tre stagioni con la preziosa aggiunta nel cast del famoso Jamie Campbell Bower.

Stranger Things – Quarta Stagione – Trama

STRANGER THINGS. David Harbour as Jim Hopper in STRANGER THINGS. Cr. Courtesy of Netflix © 2022
STRANGER THINGS. David Harbour as Jim Hopper in STRANGER THINGS. Cr. Courtesy of Netflix © 2022

Sono passati sei mesi da quando la battaglia di Starcourt ha portato terrore e distruzione a Hawkins. All’indomani dell’evento i nostri eroi si separano per la prima volta e ne affrontano le conseguenze, rese ancora più complicate dalla vita al liceo. In questo periodo di vulnerabilità una nuova e terrificante minaccia soprannaturale si presenta con un mistero cruento, la cui risoluzione potrebbe finalmente porre fine agli orrori del Sottosopra.

Dove eravamo rimasti?

Undici dopo la scomparsa di Hopper ha perso i suoi poteri, ed è andata a vivere nella tranquilla cittadina di Lenora, diventando la figlia adottiva di Joyce e sorella di Will e Jonathan Byers. Mike, Dustin, Lucas e Max, fanno i conti con quanto è accaduto allo Starcourt soprattutto Max, che non fa che ripensare alla perdita di Billy.

Nancy, Steve e Robin continuano i propri progetti tra studio e lavoro pieni di problemi sentimentali, ma una nuova ondata di omicidi misteriosi e inquietanti riporta le problematiche personali in secondo piano e tutti dovranno fare del loro meglio per riportare la loro attenzione e volontà per risolvere i crimini di Hawkins.

Il mistero di Vecna

STRANGER THINGS. (L to R) Finn Wolfhard as Mike Wheeler, Gaten Matarazzo as Dustin Hendrson and Priah Ferguson as Erica Sinclair in STRANGER THINGS. Cr. Tina Rowden/Netflix © 2022
STRANGER THINGS. (L to R) Finn Wolfhard as Mike Wheeler, Gaten Matarazzo as Dustin Hendrson and Priah Ferguson as Erica Sinclair in STRANGER THINGS. Cr. Tina Rowden/Netflix © 2022

Ammetto che la terza stagione non è stata la migliore a mio avviso, ma era una storia di passaggio per condurci qui. Devo dire che invece questa quarta stagione, o meglio il primo volume è assolutamente oltre le mie aspettative. Mi ha lasciato con il fiato sospeso e mi è piaciuta moltissimo!

I nostri strani ragazzi sono cresciuti, affrontano problemi su problemi, non che la loro vita sia mai stata semplice, tra il Sottosopra, il demo gorgone e tutto il resto fa capolino un nuovo avversario temibile: Vecna. Ovviamente il cervello delle soluzioni fisiche e metafisiche è sempre Dustin (Gaten Matarazzo), accompagnato dagli amici di sempre.

Vengono ancora una volta affrontati i delicati temi del bullismo, dell’omosessualità e delle incomprensioni tra adulti e ragazzi. Ora si aggiungono anche i vaneggiamenti religiosi e bigotti contro i giochi di ruolo e i  contro i nerd considerati i classici perdenti. Ancora una volta ci tengo a ribadire e lottare contro chi pensa che diverso voglia dire strano o cattivo.

STRANGER THINGS. Joseph Quinn as Eddie Munson in STRANGER THINGS. Cr. Tina Rowden/Netflix © 2022
STRANGER THINGS. Joseph Quinn as Eddie Munson in STRANGER THINGS. Cr. Tina Rowden/Netflix © 2022

Tornando alle storie dei nostri protagonisti: i conflitti interiori vengono estremizzati rendendo molti dei ragazzi che portano fardelli e fratture interiori come mira appunto del malvagio Vecna che si crea breccia nella loro anima per distruggerli.

In questo caso anche la nostra Max (Sadie Sink) e Nancy (Natalia Dyer) e molti altri potranno sentirsi al sicuro? Ovviamente no. Ma chi è Vecna?

Non posso svelarvi molto nel caso in cui non l’abbiate ancora visto, ma è sicuramente un personaggio incredibile, ben realizzato sia visivamente che interiormente. Sembra che lui sia la risposta a molte domande che ci siamo posti nell’arco di tutte le tre stagioni.

Come sono nati il potere di Eleven e il Sottosopra?

STRANGER THINGS. (L to R) Millie Bobby Brown as Eleven and Matthew Modine as Dr. Martin Brenner in STRANGER THINGS. Cr. Tina Rowden/Netflix © 2022
STRANGER THINGS. (L to R) Millie Bobby Brown as Eleven and Matthew Modine as Dr. Martin Brenner in STRANGER THINGS. Cr. Tina Rowden/Netflix © 2022

Eleven ormai sconfitta dalle difficoltà, dalla cattiveria dei coetanei e priva di poteri dovrà riscoprire il proprio passato, allo scopo di ritrovare se stessa, sottoponendosi a un lungo percorso introspettivo come unica possibilità di tornare quella che era un tempo. Come sempre bella prova per la Brown che affina sempre più le proprie doti attoriali.

Tramite questo ingegnoso espediente finalmente capiremo come Undici è diventata la bambina over power che abbiamo conosciuto nei primi episodi. Finalmente c’è una spiegazione chiara che motiva come ha acquisito i suoi poteri psichici e perché è così potente. Tutto viene dalla sofferenza. Ebbene sì, semplice ma vero. Una bella metafora che ci spinge a trovare la nostra forza interiore.

Scopriremo anche quali sono i segreti di papà, ovvero il professor Brenner. Il suo passato e quello che lega lui ed Eleven a un altro personaggio molto importante. All’apparenza un semplice inserviente del laboratorio, interpretato come anticipavo dalla star Jamie Campbell Bower (Twilight, Sweeney Tood, Shadowhuters.)

STRANGER THINGS. Jamie Campbell Bower as Peter Ballard in STRANGER THINGS. Cr. Tina Rowden/Netflix © 2022
STRANGER THINGS. Jamie Campbell Bower as Peter Ballard in STRANGER THINGS. Cr. Tina Rowden/Netflix © 2022

Mentre metà del gruppo dei nostri beniamini agisce a Hawkins, una formazione composta da: Nancy, Robin (Maya Thurman-Hawke), Steve (Joe Keery), Eddie (Joseph Quinn), ovviamente Dustin, Max e Lucas (Caleb McLaughlin) indaga sulla correlazione tra le morti misteriose e i varchi temporali che permettono ai mostri del sotto sopra di passare nella nostra realtà.

L’altra metà è in California che cerca di ricongiungersi con Undici che è stata prelevata apparentemente dalla polizia, qui vediamo il gruppo composto da Jonathan (Charlie Heaton) Will (Noah Schnapp),  da Mike (Finn Wolfhard) e la new entry Argayle (Eduardo franco). Diciamo che non ne combineranno una giusta.

Mentre sul fronte russo Joyce (Winona Ryder) e il folle Murray (Brett Gelman) sono in viaggio nel tentativo d’indagare sulla sparizione di Hopper (David Harbour).

In definitiva

Tornare negli anni ottanta con i nostri amici delle cose strane è sempre emozionante. L’hype è al massimo, non vedo l’ora che arrivi il primo Luglio che vedrà l’uscita degli ultimi due episodi. Mi sono ritrovata a divorare la stagione quattro sempre con grande gusto e anche in questo caso, nonostante il finale che ci lascia con il fiato sospeso a più non posso, devo dare un voto otto e mezzo sperando di arrivare a un dieci pieno con il volume due.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.