suicide squad full cast

suicide squad full cast © Warner Bros IT

Vi parlo oggi di un film adatto alla nostra rubrica, di alcuni anni fa: Suicide Squad. Un film del 2016 scritto e diretto da David Ayer, basato sul gruppetto famoso di super-cattivi dei fumetti DC Comics.  Nel 2017 ha vinto il Premio Oscar  per il miglior trucco.

Suicide Squad – Trama

suicide squad poster cast
suicide squad poster cast © Warner Bros IT

In seguito alla morte di Superman, l’agente governativa Amanda Waller decide di assemblare la Suicide Squad, una squadra composta da pericolosi supercriminali sotto il comando del colonnello delle forze speciali Rick Flag.

L’idea è quella di usare questi criminali, imprigionati da anni come risorse sacrificabili in missioni ad alto rischio, in particolare come arma contro future potenziali minacce derivate da meta-umani con super poteri. Una delle reclute indicate dalla Waller è la dottoressa June Moone, fidanzata di Flag, un’archeologa posseduta da un’antica entità malvagia nota come Incantatrice, dotata di poteri immensi.

L’Incantatrice è in balia della Waller, la quale si è impossessata del cuore della creatura, senza il quale quest’ultima è vulnerabile. Essa è quindi costretta a piegarsi a ogni richiesta della donna, pena la distruzione del suo cuore che porterebbe, ovviamente, alla sua morte. Una notte, l’Incantatrice sfugge al controllo della dottoressa Moone e si ribella, decidendo di sterminare l’umanità per vendicarsi della sua prigionia.

Recensione

Ormai è risaputo che il mondo dei cine comics non vede solamente successi, ma ci sono film che non dovrebbero essere prodotti così male e in maniera grossolana. A mio parere c’era un gran potenziale anche grazie al cast. Se la storia fosse stata un pochino più curata sarebbe stato un gran bel film e invece è stato banalizzato.

In linea generale non è poi così brutto, ma dopo varie visioni ho comunque notato che il potenziale di una finale pellicola senza tagli, avrebbe potuto essere migliore.

suicide squad jared leto nel ruolo di joker
suicide squad jared leto nel ruolo di joker © Warner Bros IT

L’idea che anche i criminali e gli emarginati potessero avere un ruolo rilevante nella salvezza del mondo ha un suo perché. Sicuramente molto più comico e leggero rispetto a tutti gli altri film del DC universe, fa da ponte tra il mondo di Batman e Superman e tutto il restante e complesso universo oscuro degli eroi. Assolutamente buoni i visual effect, la fotografia e la colonna sonora non è male.

Personaggi

Quello che mi dispiace di più è che quasi tutte le scene migliori che vedevano il Joker di Jared Leto siano state brutalmente tagliate, dando risalto soltanto ad Harley Quinn di Margot Robbie. In linea generale ho apprezzato lei nonostante l’aria da psicopatica e il loro amore assolutamente disfunzionale, ma romantico in qualche modo.

suicide squad margot robbie nel ruolo di harley quinn e adewale akinnuoye-agbaje nel ruolo di killer croc
suicide squad margot robbie nel ruolo di harley quinn e adewale akinnuoye-agbaje nel ruolo di killer croc © Warner Bros IT

I personaggi di base sono tutti abbastanza curati. Mi è piaciuto il Deadshot di Will Smith, nemico di Batman (Ben Affleck) che aveva un suo spessore emotivo, con le sue dinamiche interiori, il pesante dramma familiare e la voglia di riscattarsi.

Anche il rapporto complesso odio-amore-lavoro-dovere del il triangolo (non amoroso) tra la perfida e autoritaria Waller (Viola Davis) il valoroso Flag (Joel Kinnaman) e la dottoressa Moon alias Incantatrice, interpretata da Cara De Lavigne ha qualcosa che mi è piaciuto.

suicide squad cara delavigne nel ruolo dell'incantatrice
suicide squad cara delavigne nel ruolo dell’incantatrice © Warner Bros IT

Sa davvero interpretare il villain, in questo caso la seducente e malefica strega che vuole distruggere tutti e tutto. Tutti elementi frettolosi, ma comunque di significato profondo: unione, collaborazione, amicizia che anche i cattivi in questo caso sanno dimostrare.

In definitiva

Se vi è piaciuto questo primo film vi sconsiglio assolutamente di vedere lo spin-off e il sequel rispettivamente Birds of Prey e Suicide Squad 2. Mi sono addormentata, annoiata e decisamente non accetto come abbiano potuto farli in maniera così pessima e approssimativa. Dubito che verranno prodotti altri sequel dopo l’insuccesso al botteghino, ma ovviamente sono sempre aperta alle sorprese.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: