Obi-Wan Kenobi – Prima stagione

Obi-Wan Kenobi (Ewan McGregor) in Lucasfilm's OBI-WAN KENOBI, exclusively on Disney+. © 2022 Lucasfilm Ltd. & ™. All Rights Reserved.

Obi-Wan Kenobi (Ewan McGregor) in Lucasfilm's OBI-WAN KENOBI, exclusively on Disney+. © 2022 Lucasfilm Ltd. & ™. All Rights Reserved. © Disney Media

Star Wars: Obi-Wan Kenobi è l’ultima miniserie televisiva statunitense concentrata sull’universo canonico di Star Wars, diretta da Deborah Chow,  prodotta dalla Lucasfilm, composta di sei episodi e distribuita sulla piattaforma streaming Disney+.

Come suggerisce il nome stesso narra le vicende del maestro Jedi, avvenute dieci anni dopo lo scontro e la caduta verso il lato oscuro del suo padawan: Anakin Skywalker. Questa serie  riprende l’ascesa dell’impero e degli inquisitori e vede l’inizio di tutto ciò che viene mostrato nella trilogia originale compresa la ribellione.

Obi-Wan Kenobi – Trama

Obi-Wan Kenobi Key Art
Obi-Wan Kenobi Key Art © Disney Media

Dieci anni dopo i drammatici eventi visti in Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith, Obi-Wan Kenobi veglia su Luke Skywalker sul pianeta desertico di Tatooine.  Stanco e demoralizzato dopo aver subito la sua più grande sconfitta, ovvero la rovina del suo migliore amico e apprendista Jedi Anakin Skywalker che è diventato il malvagio e corrotto Signore Oscuro dei Sith Darth Vader. Kenobi è chiamato in missione per salvare la piccola Leia, che è stata rapita dall’Impero Galattico in un complotto per tirare fuori il Jedi dal suo nascondiglio. Tutto ciò porterà al confronto col suo vecchio apprendista che è ora a capo degli Inquisitori, il cui compito è di distruggere gli ultimi frammenti dell’Ordine Jedi.

Recensione

Una serie da non perdere per chi ha amato le prime due trilogie. La storia, gli effetti speciali e la colonna sonora a me sono piaciuti molto. Trovo confortante che nonostante i piccoli errori narrativi, ci sia comunque un filo che tiene unito l’universo e le due trilogie come iniziò egregiamente Rogue One.

Darth Vader (Hayden Christensen) in Lucasfilm's OBI-WAN KENOBI, exclusively on Disney+. © 2022 Lucasfilm Ltd. & ™. All Rights Reserved
Darth Vader (Hayden Christensen) in Lucasfilm’s OBI-WAN KENOBI, exclusively on Disney+. © 2022 Lucasfilm Ltd. & ™. All Rights Reserved. © Disney Media

Con questo live action siamo tornati a casa, nella nostra amata galassia lontana, molto lontana. Nell’universo che amiamo, abbiamo ritrovato i personaggi che hanno lasciato il segno nella nostra memoria. Oltre al talentuoso protagonista, Ewan McGregor (Obi Wan), ho gioito al ritorno di Hayden Christensen nel ruolo di Darth Vader-Anakin. 

Piacevole senza dubbio vedere i piccoli gemelli della forza Luke (Grant Feely) e Leia (Vivien Lyra Blair). In particolare quest’ultima ha avuto un ruolo di rilievo in questa stagione e ho trovato che oltre a essere coerente con la storia, sia stato anche un pregevole omaggio al personaggio di Carrie Fisher.

Bail Organa, Owen Lars sono rispettivamente i tutori e padri adottivi dei bambini. Combattuti e spaventati nel ruolo che gli è stato affidato in qualità di difensori dei figli segreti di Anakin e Padmè.

Obi-Wan Kenobi Key Art
Obi-Wan Kenobi Key Art © Disney Media

Ho trovato giustificato il loro conflitto interiore stemperato dall’amore verso i figli adottivi. Davvero gravosa la loro responsabilità, più di quanto si possa immaginare. Nel doverli occultare a tutti i costi all’impero e a loro padre hanno svolto il loro ruolo al meglio delle proprie forze, anche se senza l’aiuto di Kenobi, avrebbero probabilmente fallito.

Anche il personaggio della terza sorella (Moses Ingram) ha dato un’ottima interpretazione a mio avviso. Non riesco a comprendere l’odio dei fandoms che non fanno altro che criticare ogni minimo dettaglio di questo serial.

Alla fine il suo operato mi ha lasciata soddisfatta e i passi compiuti dal personaggio sono coerenti e significativi per quanto mi riguarda.

In definitiva

In fine dei conti anche il finale aperto che potrebbe facilmente condurre a una seconda stagione oppure no, è giustificato e corretto. Non intendo spoilerare, ma secondo me non poteva andare diversamente. Anche il confronto tra Anakin e Ben, ha molto carattere.

Mi è piaciuto notare la sequenza in cui si vede da un lato l’uomo e da un lato la macchina, riferendomi ovviamente ad Anakin-Vader. Suggestivo il momento in cui si intravede Christensen e si sente la sua doppia voce. In italiano sono stati Luca Ward e Francesco Pezzulli a doppiare l’attore.

In lingua originale Christensen e James Earl Jones.  L’uso di questo espediente sta per me a rimarcare l’essenza doppia del personaggio, l’uomo-macchina e il sith-Jedi.

Quindi mi dichiaro abbastanza contenta, anche se ammetto che la serie live action più bella finora resta The Mandalorian, stiamo a vedere se il record resterà imbattuto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.