Reue – I Nocturnis pubblicano un nuovo video dall’album Unsegen

Nocturnis

Dopo l’uscita del nuovo album il 28 ottobre 2022, i Nocturnis pubblicano il video ufficiale del Reue.

Il significato del titolo “ripianto” è una palese anteprima di ciò che ci si può aspettare dalla traccia e, in generale dall’album stesso.

Reue

Il tema del video ci catapulta subito in uno scenario di guerra che sebbene lontano nel tempo ci fa un po’ pensare anche a ciò che sta accadendo in Europa in tempi moderni.  Perché la guerra in fondo è sempre la stessa e porta sempre morte.

Il soldato protagonista si ritrova a fare i conti con se stesso, con la propria morale e con le mani ormai sporche di sangue delle sue vittime che non differentemente da lui erano uomini, mariti, padri e fratelli. 

La musica incalza e quasi sembra dare il ritmo a quei pensieri che si stagliano nella mente del soldato, urlando e strepitando e portandolo sull’orlo della follia. La sua battaglia non è più quella sul campo, ma quella con sé stesso, con la propria identità e la propria umanità. E può davvero l’animo sopravvivere dopo aver non solo assistito, ma anche causato tanto male?

Mi ha fatto pensare a  Remarque in alcuni momenti, soprattutto perché gli eventi narrati appartengono alla stessa pagina nera della storia umana. E se Remarque usava le parole i Nocturnis usano la musica dando vita a una pezzo forte, intenso e potente.

Unsegen

Unsegen - Nocturnis
Unsegen – Nocturnis

L’album Unsegen contiene sei tracce ed è stato registrato e prodotto d dal chitarrista Vincent Padrutt masterizzato da Christoph Brandes presso gli Iguana Studios. Si tratta di un concept album che racconta la storia di un giovane soldato nella prima guerra mondiale.  Nel mentre che si troverà ad affrontare questi terribili eventi che tutti noi ben conosciamo la sua coscienza lo spingerà  intraprendere  una battaglia interiore non meno straziante causa delle atrocità che ha vissuto. Una battaglia che è tuttavia destinato a perdere.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.