Stargate SG-1: un passaggio tra i mondi

Stargate SG1 - Pictured: (l-r) Amanda Tapping, Claudia Black, Michael Shanks, Christopher Judge, Ben Browder

Pictured: (l-r) Amanda Tapping, Claudia Black, Michael Shanks, Christopher Judge, Ben Browder MGM

Un cerchio fatto di pietra, una luminescenza acquosa da oltrepassare. E dopo? Dopo, un infinito panorama di mondi da esplorare. La squadra è pronta, non resta che entrare in azione. In seguito al successo dell’omonimo film del 1994, oggi vi presento Stargate SG-1, la serie televisiva di fantascienza ideata da Jonathan Glassner e Brad Wright.

Un passaggio tra i mondi

Stargate SG-1 nasce nel 1997, e prosegue per 10 lunghe stagioni fino al 2007. Basandosi sui presupposti gettati dal film, i creatori sono riusciti ad ampliare la visione sci-fi della trama. Hanno così costruito un’infinità di nuovi mondi da esplorare e razze aliene di ogni sorta. Sono proprio queste razze che, grazie a tecnologie avanzate, sono state in grado d’imporre il loro dominio e controllare vari settori dello Spazio.

Stargate SG1 - Pictured: (l-r) Richard Dean Anderson as Maj. Gen. Jonathan "Jack" O'Neill, Amanda Tapping as Samantha Carter
Pictured: (l-r) Richard Dean Anderson as Maj. Gen. Jonathan “Jack” O’Neill, Amanda Tapping as Samantha Carter
MGM

Qual è dunque la grande missione della squadra di esseri umani capeggiata dal Colonnello Jack O’Neill (Richard Dean Anderson)? Il loro obiettivo è esplorare e scoprire nuovi mondi per riuscire a ottenere le tecnologie avanzate con cui la Terra potrà finalmente proteggersi dalla minaccia dei Goa’uld.

Perciò lo Stargate diventa il portale verso nuove culture, nuove razze, raggiungibili grazie a varie combinazioni degli strani simboli scolpiti sul congegno di pietra. Un passaggio che, digitando la corretta sequenza, può portare ovunque oltre il tempo e lo spazio.

È così che si affianca a Star Trek una visione dell’universo completamente nuova. Gli umani qui hanno un ruolo ancora acerbo rispetto alle altre razze aliene, di cui subiscono la costante minaccia. L’umanità diventa esploratrice del Cosmo, ambasciatrice di alleanza interstellari.

I Goa’uld

La prima e più incalzante minaccia che la Terra si trova ad affrontare è quella costituita dai Goa’uld (specie aliena presente anche nel film). Si tratta di una razza di parassiti capaci di prendere il controllo del corpo dell’ospite donando una forza sovrumana e la capacità di resistere a veleni e malattie. Sono inoltre in grado di rallentare l’invecchiamento e, utilizzando il cosiddetto sarcofago, possono occupare lo stesso corpo per diversi millenni.

Stargate SG1
Stargate SG1MGM

Gli ospiti preferiti di questa razza sono gli Umani, la razza degli Unas e la razza dei Jaffa, usati principalmente come contenitore durante la loro fase larvale. Di solito amano impossessarsi di uomini potenti, o impersonare vere e proprie divinità. Quest’ultimo è il caso di Ra, divinità egizia, ma in realtà il primo Goa’uld venuto sulla Terra per schiavizzare gli esseri umani.

Con questa specie, i creatori di Stargate SG-1 pongono i riflettori su una delle più grandi paure degli anni ’90: la possessione del corpo da parte di una creatura estranea. Un piccolo essere viscido e orripilante che striscia sottopelle e annulla la personalità. Un vicino, un padre, una sorella che all’improvviso vengono annientati da qualcosa di alieno. Questo è un tema ripreso anche da telefilm come The X-Files, Star Trek: Enterprise, Twin Peaks (riferendosi però più a una possessione spiritica), e inseguito Eureka, Fringe, Doctor Who.

La squadra SG-1

La prima squadra di esplorazione creata per viaggiare oltre lo Stargate era composta: dal Colonnello Jack O’Neill; dal capitano Samantha Carter, interpretata da Amanda Tapping che troveremo successivamente nel telefilm Sanctuary; e dal dottor Daniel Jackson (Michael Shanks), unitosi al progetto nella speranza di ritrovare la propria moglie Sha’re, rapita da Apophis (un altro malvagio Goa’uld).

Stargate SG1
Stargate SG1 MGM

In seguito entrerà a far parte della squadra anche un jaffa ribelle di nome Teal’c (Christopher Judge) che fornirà un enorme aiuto grazie al suo coraggio e senso dell’onore; e soprattutto grazie all’approfondita conoscenza dei Goa’uld.

Ogni personaggio ha caratteristiche che lo rendono componente essenziale della squadra. Personalità e background si dipanano nel progredire delle stagioni, fino alla decima, con cui la serie supera le nove famose stagioni di The X-Files.

Un passaggio… Tra le serie tv

Nel vasto panorama di serie televisive che vanno dal 1990 al 2010, Stargate SG-1 porta ancora una volta in alto la fantascienza, donando nuovi spunti fantascientifici su cui lavorare e creando così una sorta di portale tra le serie tv anni ’90 e quelle del 2000. E con la sua combinazione di razze e mondi, e quella capacità sempre straordinaria di dare un senso a stravaganti tecnologie, entra a far parte della rubrica Old But Gold.

Allora digitate la sequenza corretta, aprite lo Stargate, e preparatevi a imbarcarvi per un viaggio oltre le stelle.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.