Oggi vi parlo dell’ultima perla letteraria pubblicata da Saggese Editori dal titolo È malacqua. Un romanzo che vi appassionerà e che io definirei allo stesso livello dei romanzi di Elena Ferrante. Genere narrativo, rosa, erotico, compreso nella collana nazionale della casa editrice.

 È malacqua – Trama

È malacqua di Annarita Caramico.

È malacqua di Annarita Caramico
Acquista su
Amazon

Agata, Allegra, Alice e Anna, rispettivamente nonna, madre, zia e nipote, sono quattro donne unite dallo stesso sangue e da una vecchia maledizione dei primi del Novecento. Dagli anni Sessanta a Salerno alla Torino dei giorni nostri, ad accomunarle è l’impossibilità di vivere appieno la loro vita e l’amore.

Agata ha sedici anni ed è di buona famiglia. Si innamora, ricambiata, del bagnino dello stabilimento che frequenta, ma la sorella e le pressioni sociali la portano a rinunciare al suo sogno di adolescente. Lo stesso capita a sua figlia Allegra: conosce e si innamora di Carlo, un musicista squattrinato. Al contrario della madre e nonostante la sua opposizione, Allegra lotta per i suoi sentimenti.

Alice è la studiosa della famiglia e pare non interessarsi all’amore fino a quando, durante il dottorato, non si invaghisce di un uomo sposato. Anna vive da freelance a Torino, dove per caso incontra Edoardo su un tram. Le cose tra loro sembrano andare bene, ma è ancora tormentata dal ricordo del suo ex, Daniele.

Quattro storie di passioni e rinunce, saggezza e coraggio, legate a doppio filo da un destino che si trasmette di madre in figlia. Che sia davvero colpa della maledizione?

Recensione

Romanzi come questo, in libreria si accostano facilmente ai classici Piccole donne, Cime tempestose e anche ai capolavori contemporanei come L’amica geniale.

Mi sono immersa subito in queste pagine e le ho amate come non succede molto spesso. Ho scoperto una saga familiare bella e sempre attuale. Lo definirei un romanzo di autentico valore letterario, per la veritiera caratterizzazione di un’epoca.

Annarita Caramico.

Annarita Caramico.

Spinge il lettore alla riflessione, ma soprattutto alla comprensione dell’animo umano, dei suoi punti forti e di quelli deboli.

Ho realmente apprezzato la fluidità con cui Annarita scrive e descrive ogni scena. Ho visto la sua bravura nel delineare la trama che non pecca in nessuna pagina.

I personaggi sono ben caratterizzati e animati dalle sue eleganti e veritiere descrizioni. Agata, Enzo, Pietro, Alice, Allegra, Carlo e soprattutto Anna ed Edoardo, sono diventati per me, dei meravigliosi compagni di viaggio, da cui ho fatto fatica a staccarmi.

Leggendo questo testo, capirete che si tratta di uno spaccato profondo su varie epoche, sui cambiamenti sociali, ed è ricco della ribellione e della passione che soltanto i veri scrittori sanno imprimere nei loro romanzi. Ho pianto, amato e odiato insieme alle protagoniste. La suspense non manca, così come una grande e vasta panoramica emotiva.

In definitiva

Consiglio questo testo per la sua immensa capacità di coinvolgere il lettore, ma soprattutto per lo stile quasi cinematografico di cui queste pagine sono impregnate. Lo definirei un libro non bello, stupendo, completo.

Lo stile dell’autrice è davvero unico. La storia è assolutamente magnetica. Nonostante i capitoli lunghi che descrivono le diverse storyline delle protagoniste, non stancano mai, ma ti spingono a continuare nella lettura pagina dopo pagina.

Un testo come È malacqua, non è soltanto caratteristico del sud, ma adatto a qualunque lettore, di qualunque età, provenienza ed estrazione sociale.

 

Autore