Spider-Man: Across the Spider-Verse è un film d’animazione del 2023 diretto da Joaquim Dos Santos, Kemp Powers e Justin K. Thompson. Il film è il sequel della pellicola del 2018 Spider-Man: Un nuovo universo.  Arrivato nelle sale il 1° Giugno 2023.

Spider-Man: Across the Spider-Verse – trama

Terra-65. Sedici mesi dopo la distruzione dell’accelleratore di particelle, Gwen Stacy sta lottando per essere all’altezza delle aspettative di suo padre. Una notte, dopo aver sentito di un possibile intruso nel Guggenheim Museum, Gwen si dirige sul posto ad affrontare la minaccia, solo per imbattersi in un Avvoltoio a tema rinascimentale proveniente da un altro universo.

Spiderman - across the spiderverse - poster

Spiderman – across the spiderverse – poster © Sony Pictures Publicity

Miguel O’Hara e Jessica Drew arrivano attraverso dei portali e sconfiggono l’Avvoltoio. Gwen si rivela come supereroina a suo padre, che sconvolto tenta di arrestarla. Drew suggerisce dunque a O’Hara che Gwen si unisca alla “Spider-Society”. I tre poi lasciano insieme Terra-65.

Terra-1610, Brooklyn. Miles Morales lotta per essere all’altezza delle aspettative dei suoi genitori, essendo inoltre triste per la mancanza di Gwen. Il giorno della sua valutazione a scuola con i suoi genitori, Miles visita un minimarket dove incontra la Macchia, uno scienziato che ha ottenuto il potere di aprire portali a causa dell’esplosione dell’acceleratore.

Miles sconfigge la Macchia, ma questi fugge. I due poi si affrontano di nuovo e la Macchia lo porta ad Alchemax, dove era esploso l’acceleratore, incolpandolo per il suo destino prima di trasportarsi accidentalmente in un vuoto astrale dove inizia a conoscere ed usare i suoi portali per viaggiare in altri universi. Successivamente, Gwen si reca da Miles, e i due passano una piacevole serata assieme che viene interrota da Jessica Drew, la quale contatta Gwen e le ordina di lasciare Miles per cercare la Macchia, che sta interferendo con altri universi. A loro insaputa, Miles li segue nel portale. A Mumbattan su Terra-50101, i due incontrano Pavitr Prabhakar / Spider-Man India e Hobie Brown / Spider-Punk prima di affrontare la Macchia nell’acceleratore di quel mondo. Il criminale assorbe con successo il potere del dispositivo prima di scappare.

Quando Miles salva un poliziotto, Mumbattan inizia a crollare a causa dell’interruzione di un “evento canonico” e i membri della Spider-Society arrivano per valutare il danno.

Recensione

Spiderman - across the spiderverse - poster

Spiderman – across the spiderverse – poster © Sony Pictures Publicity

Non sono un’amante delle introduzioni lunghe e questa è l’unica pecca che posso attribuire a questo secondo episodio della saga di Miles Morales. Premesso questo, l’animazione è ancora più bella e colorata del precedente. Sempre più simile allo stile fumettistico da cui è tratto, ma non per questo banale.

La storia è ben studiata e come sempre tutti i conflitti e i personaggi stessi, le storyline, i loro background, sono curatissimi e interessanti. Non sono mancati i tributi doverosi agli spiderman di Andrew Garfield e di Tobey Maguire e la citazione a Tom Holland. 

Non mi aspettavo assolutamente la piega che la storia assume scena dopo scena. Ma la sequenza che ho preferito, senza spoiler è senza dubbio quella dove ogni Spider-man insegue Miles. Inverosimilmente nessuno riesce a tenergli testa, ma ogni sequenza è divertente quanto spettacolare.

Il legame tra Miles e i suoi genitori, tra lui e gli altri spidey, ma soprattutto tra lui è Gwen è veramente ben scritto. C’è un approfondimento emotivo, pathos, conflitto puro e crescita dell’eroe. Non sono mancati i momenti di riflessione, tanto quanto quelli di commozione.

Gli attori/doppiatori in buona parte appartengono a interpreti già visti in diversi ruoli all’interno dei film e delle serie dell’universo Marvel, cosa che apprezzo molto. Tutti bravi e le loro figure animate sono così espressive da sembrare iper realistiche.

In conclusione

Se avevo dubbi in merito a questo nuovo personaggio, sono stati completamente dissipati. Il finale aperto come era presumibile, ci prepara a quello che sarà un terzo episodio da urlo, ne sono certa.

La cosa bella, quella che ho apprezzato, è che il villain (La macchia) di questo episodio è più un espediente che ha messo in moto una serie di eventi che porteranno Miles ad affrontare il vero nemico e una reale sfida.

I colpi di scena sono stati davvero tantissimi soprattutto nel finale. Il nostro Spider-man diventa sempre più interessante e non mi dispiacerebbe vederlo in una versione live-action in futuro.

Autore