Un incontro molto partecipato al Giffoni53 quello della penultima giornata con l’atteso arrivo del cast di DI4RI, la serie Netflix prodotta da Stand by Me, dedicata agli adolescenti.

Questa serie alla sua seconda stagione racconta la quotidianità di ragazzi e ragazze attraversando sentimenti e paure, curiosità e incertezze, amori e passioni e i ragazzi del Festival di Giffoni.

In anteprima per loro, il primo episodio della seconda stagione che sarà composta da 7 episodi. Questa sarà caratterizzata da un turbinio di emozioni e i fan sono molto eccitati all’idea di vedere tutti i nuovi episodi. Disponibile dal 14 settembre sulla piattaforma streaming.

DI4RI – Parola ai protagonisti

DI4ARI, Giffoni53 Con la partecipazione di Andrea Arru, Flavia Leone, Fiamma Parente

DI4ARI, Giffoni53
Con la partecipazione di Andrea Arru, Flavia Leone, Fiamma Parente © Giffoni

I protagonisti di DI4RI affronteranno il loro terzo e ultimo anno di medie. Un anno indimenticabile e carico di sfide, che si chiuderà con la prima prova importante della loro vita, l’esame di terza media, e con una scelta determinante.

Ruota tutto intorno all’emozione di dover affrontare il primo vero esame in DI4RI, Andrea Arru, Flavia Leone e la new entry Fiamma Parente che interpreterà Bianca nella serie hanno interagito con i giffoner in sala tra applausi e momenti di commozione.

Occhi puntati sulla new entry della seconda stagione, Fiamma Parente, che interpreta una ragazza vivace, solare, innamorata della musica e sempre pronta ad aiutare il prossimo.

“Per me è stato come vivere in un sogno in comune con Bianca ho la musica che mi accompagna sin da quando sono bambina, è la mia migliore amica”.

Chiara Parente.

Nella prima puntata presentata in anteprima al Giffoni Film Festival, Bianca canterà con la sua chitarra per i ragazzi della 3a D.

Per Andrea Arru, il “Leonardo Di Caprio italiano” sono stante poste moltissime domande da parte dei ragazzi e lui ha risposto:

In comune con Pietro, il mio personaggio, ho il fatto di aver cambiato scuola e di aver dovuto interagire con nuovi compagni.

Per concludere, il regista Alessandro Celli  alla domanda: “Che cos’è indispensabile”, ha risposto sinceramente:

  Tanta pazienza è indispensabile per lavorare con i ragazzi di questa fascia d’età. A parte gli scherzi, cerco sempre di creare un’atmosfera serena anche nei momenti più tesi e di creare un ambiente giocoso.

Autore