In piena Fase 5, la Marvel ci regala una delle serie gemme della categoria, Loki 2 è composta da sei episodi, scritto da Eric Martin e diretto da Justin Benson e Aaron Moorhead. Dopo tanto tempo è stata creata una serie che rispecchi a pieno il personaggio principale, dalle musiche alla fotografia, suoni, colori, atmosfere, tutto è riconducibile a Loki, la cui stessa trama, contorta e dinamica.

Loki 2  – Trama

LOKI, Season 2, exclusively on Disney+. © 2023 MARVEL.

LOKI, Season 2, exclusively on Disney+ . © 2023 Marvel.

La seconda stagione di Loki2 riprende all’indomani dello scioccante finale di stagione, quando Loki si ritrova in una battaglia per l’anima della Time Variance Authority. Insieme a Mobius, Hunter B-15 e a una squadra di personaggi vecchi e nuovi, Loki naviga in un Multiverso in continua espansione e sempre più pericoloso alla ricerca di Sylvie, Judge Renslayer, Miss Minutes per comprendere su cosa significhi possedere il libero arbitrio e uno scopo glorioso.

Recensione

Potente.

Potente sotto ogni aspetto, la seconda stagione di Loki è arrivata a gamba tesa in un caos di film Marvel.

La prima stagione ci ha presentato il dietro le quinte del multiverso, mostrandoci la vera essenza di Loki, solo, deriso da tutti per le sue gesta da “cattivo” che arranca in un’esistenza fatta di scuse e un debole scopo, il trono di Asgard.

Prima di giungere alla seconda stagione il Dio dell’inganno ha attraversato il passato, il presente e il futuro, imparando a fidarsi degli altri.

Ha messo in gioco il suo sapere, la sua pazienza e il suo cuore per Sylvia, una variante di sé stesso in versione femminile. Questa figura è stata per entrambe le stagioni un perno per il cambiamento di Loki, in fondo, per lui, è come confrontarsi con sé stesso e ciò che vede non gli piace più.

Sylvie lo attrae ma non accetta il suo modo di pensare, diffidente, solitaria, egoista.

Tom Hiddleston as Loki in Marvel Studios' LOKI, Season 2, exclusively on Disney+. Photo courtesy of Marvel Studios. © 2023 MARVEL.

Tom Hiddleston as Loki in Marvel Studios’ LOKI, Season 2, exclusively on Disney+ . Photo courtesy of Marvel Studios. © 2023 Marvel.

Ora Loki sta cambiando, ha degli amici e vuole salvare il mondo, tutti i mondi, ma Sylvie uccide Colui che rimane, l’unico in grado di gestire la sacra linea del tempo e tutte le sue ramificazioni.

In questa seconda stagione troviamo Loki trainare il gruppo di amici, con Mobius (Owen Wilson), Ouroboros, (Ke Hoy Quan), B- 15 (Wummi Mosaku) e Cosey (Eugene Cordero). Ogni episodio si è rivelato un corri corri generale, fatto di scienza, fantascienza e interconnessioni temporali.

Colui che rimane è morto e il giudice Ravonna è scappata con Miss Minutes per cercare una variante del creatore defunto.

Tutti lo vogliono e tutti lo cercano, chi per un motivo e chi per ucciderlo.

Ma in tutto questo marasma di viaggi nel tempo e la ricerca di una soluzione, le rivelazioni sono quelle che lasciano di più senza fiato e senza parole.

La soluzione poteva sembrare una, l’unica forse, ma no, Loki è pur sempre il Dio dell’inganno, e l’ha fatto anche con noi, rivelando solo alla fine chi è realmente, in tutta la sua magnificenza e potenza.

Quando si dice che dietro ad un cattivo c’è sempre una storia, Loki ne è l’esempio lampante. Con la fine di questa serie il più cattivo di tutti si rivela il migliore! Affronta un percorso di crescita interiore mai visto fino ad oggi. Coinvolgente, contorto, emozionante e ironico, Loki racchiude tutti i valori tanto decantati dagli Avengers.

Il Dio è sempre stato un essere alla ricerca di approvazioni, il suo sentirsi diverso lo spingeva ad allontanarsi dagli altri chiudendosi in sé stesso e odiando il mondo.

Ciò che più lo terrorizzava è sempre stata quella di esser solo, cosa che non ha fatto altro che renderlo diffidente agli occhi degli altri, e quando la gente non lo capiva, lo additava come cattivo, anziché come incompreso, trasformandolo così nel modo in cui la gente lo vedeva.

In conclusione

Facendo un resoconto: questo Loki è una variante che si è creata nel 2012 (Avengers-Endgame) quando viene arrestato per esser condotto ad Asgard e, nel momento in cui si ritrova con il Tesseract tra le mani (la gemma dello spazio), è in quell’attimo che nasce la variante Loki.

Noi sappiamo che il Dio muore per mano di Thanos nella sacra linea temporale, ed ora ci ritroviamo con la variante che vive al di fuori del tempo e dello spazio.

Vi lascio con la stessa domanda che si è posto Mobius:

“Perché qualcuno con un potenziale così ampio vuole solo comandare?”

E di fatti…

Autore

  • Rubi Libri

    Leggo, scrivo e recensisco. Appassionata di arte, musica rock e moto; autrice di "Podcast Libri Emergenti" su Spotify e di "Interviste Tandem" su Youtube. Ho pubblicato diversi romanzi ora disponibili su Amazon.