prima pagina Considerazione intorno alla pretesa Magia Postuma per servire alla storia de’ Vampiri di Gerard Van-Swieten – Draculea

Considerazione intorno alla pretesa Magia Postuma per servire alla storia de’ Vampiri è un tratato scritto da Gerard Van-Swieten. Medico, fra i tanti di Maria teresa D’austria, dedicò gran parte dellasua vita allo smascherare quelle che furono le supersitioni ed in particolare quelle riguardanti le leggende sui vampiri. A tale scopo egli si recò perfino nelle terre dove queste leggende ebbero origine.

Con Draculea di ABEditore e Bloody Reader, di cui vi consigliamo l’articolo, affrontiamo questo nuovo emozionante viaggio attravero le teorie di Van-Swieten.

Una valutazione scientifica della Magia Postuma

La prima cosa che abbiamo messo in evidenza riguardo l’autore del trattato è la sua professione di medico. Questo elemento che potrebbe in realtà apparire marginale è di fondamentale importanza nella trattazione del documento stesso.

Da uomo di scienza, Van-Swieten mostra un approcio molto scettico verso le antiche leggende che riguardano nello specifico la figura dei vampiri. Il suo scopo nel trattato, ma anch in gran parte della sua vita, è quello di dimostrare quanto questi miti non siano altro che superstizioni dettati dall’ignoranza dei popoli a cui essi appartengono.

Con questo modus operandi, quindi, l’autore comincia ad analizzare alcuni casi che la religione, le credenze e la superstizione hanno attribuito al vampirismo. In questo casi, i cadaveri dei malcapitati sono stati profanati e quindi dissotterrati, mutilati e bruciati senza una vera ragione, poiché la scienza avrebbe ben potuto chierire lo status in cui essi furono trovati.

Gli stadi della decoposizione

Tempo fa, la nostra collega Bloody Reader propose un interessante articolo riguardante la decomposizione. In questo trattato Van-Swieten tratta pressappoco lo stesso argomento, ben spiegando come il fenomeno possa presentarsi in maniera differente a seconda di diversi fattori.

Le condizioni del luogo in cui si trova il cadavere, la bara, la compattezza delle terra e anche la temperatura sono tutti fattori che influiscono grandemente sulla decomposizione del corpo. Corpi che sono stati trattati con erbe e/o imbalsamati, ad esempio, appaiono quasi come vivi quando le sepolture vengono aperte. Lo stesso di potrebbe dire se la cassa fosse in piombo stagnante e non ammettesse nessun passaggio d’aria.

uomo che brucia il cadavere di un presunto vampiro - Considerazioni intorno alla magia postumaAncora, questo risultato potrebbe nel caso la terra in cui è stata seppellita la cassa sia particolarmente copatta tale da creare uno scudo al passaggio dell’aria  non permettendo a questa di deteriorare il cadavere.

In altri casi, ancora, il fatto che il corpo non appaia decomposto è da attribuire alle temperature eccessivamente basse. Questo è il caso di Rosina Polackin il cui corpo fu dato alle fiamme proprio perché non risultava decomposto. Tuttavia, spiega Van-Swieten, che quell’inverno era stato particolarmente rigido e questo abbia influito sulla decomposizione del corpo stesso. Nessuna magia, dunque, ma semplice scienza, così come in molti degli altri casi.

Un ultimo evento, infine, su cui spendere qualche riga è il caso di una certa Sallingherin (o Wenzel-Richlerin) a cui fu attribuito lo stato di vampira dopo la morte solo perché nel corso della sua vita fu una guaritrice. O meglio, se vogliamo essere più precisi, la donna forniva alcuni rimedi naturali per certi malanni e quindi venne considerata una sorta strega. Solo questo fu sufficiente.  Il corpo venne dissotterrato e bruciato e lo stesso trattamento tocco a molti cadaveri nelle tombe vicine.

La battaglia  di Van-Swieten contro la Magia Postuma

Da queste premesse ci è ben chiaro di comprendere che l’autore, da uomo di scienza quale era, trovava barbare e irrispettose le usanze di questi popoli. Oltre che sciocche, ci verrebbe da aggiungere.

Per secoli, superstizione e paura hanno plagiato le menti dei popolani portandoli ad atti di pura follia. Secondo Van-Swieten ogni cosa trova spiegazione grazie all’ausilio della scienza e solo la scienza può librare la mente umana di tali assurde usanze. Egli ne fece, come abbiamo detto, una vera battaglia personale e ciò ci fa pensare che il testo completo dell’opera possa risultare una lettura di grande interesse.

Certo lo stile è fortemente accademico e posiede una struttura molto rigida e forse per qualcuno potrebbe risultare ostica o di difficile lettura. Ma del resto il suo autore non poteva proporre nulla di diverso.

4 commenti

  1. Bella l’accezione scientifica di cui è connotato questo racconto!!!

    1. Author

      È veramente molto curato, più di quello di Tournefort

  2. Molto interessante leggere anche di chi cerca di destrutturare e delegittimare certi miti e leggende, è bello avere una protettiva a 360 sull’argomento

    1. Author

      Lui mi è piaciuto infatti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.