L’intervista di oggi prevede un ospite che conosco e seguo sempre da vicino, l’architetto Pino Ruggiero che insieme all’associazione GAN Gruppo Archeologico Nuceria, preserva e valorizza con grandissima attenzione e professionalità il patrimonio storico-culturale di Nocera Superiore.

Sicuramente grazie alle risorse e all’impegno profuso, oggi è possibile ammirare soprattutto la Domus del decumano e il Battistero paleocristiano di Santa Maria Maggiore, risalente al VI sec. d. C. al cui interno si svolgono numerose attività, dai concerti, alle visite guidate e ovviamente le cerimonie battesimali come era il suo scopo originario e noi vogliamo far conoscere questa splendida realtà ai nostri lettori.

Partiamo proprio dalla domus. Come avete fatto a riportarla alla luce?

Logo Gruppo Archeologico NuceriaPermettimi prima di rispondere alla domanda di fare una premessa: il Gruppo Archeologico Nuceria è nato perché nonostante la ricchezza archeologica, storica ed artistica del nostro territorio, nessuna valorizzazione fattiva si intravedeva. All’inizio del 2020, prima che scoppiasse la pandemia dovuta al Covid 19, io ed altri due appassionati (Angela Scarano e Gennaro Palumbo) fondiamo questa associazione con l’intento di valorizzare le risorse archeologiche di Nuceria, ad oggi siamo circa 80 volontari.

Veniamo alla tua domanda, il lavoro per aprire la Domus del Decumano è stato incredibile, in molti non ci avrebbero mai scommesso. Dopo aver sottoscritto una Convenzione con la Soprintendenza di Salerno, insieme all’Associazione Vivere Insieme, abbiamo impiegato un anno di tempo per pulire il sito archeologico e riportarlo al suo splendore.

Il sito archeologico della Domus del Decumano è stato aperto ad ottobre del 2022, ad oggi contiamo circa 3000 visitatori. La visita che proponiamo tramite social parte dalla Domus del Decumano e approda a tanti altri siti meravigliosi del nostro territorio, Battistero, Teatro di Pareti dalla terrazza Oschito, Parco Archeologico, Chiostro Francescano di Santa Maria degli Angeli, Basilica di Materdomini, Cattedrale di San Prisco.  C’è né per tutti i gusti

Quali sono i giorni di apertura e quali eventi avete in programma per la prossima stagione?

Sito archeologico Domus del decumano - Nocera Superiore - Salerno

Sito archeologico Domus del decumano – Nocera Superiore – Salerno
© Gruppo Archeologico Nuceria

Gli orari di apertura sono tutti sabato e domenica mattina dalle 9:00 alle 12:00, i volontari aspettano i turisti per poi accompagnarli in un viaggio fantastico della storia di Nuceria. Molti sono gli eventi culturali in programma che saranno svolti presso la Domus del Decumano e Battistero. Tra i tanti voglio ricordate il GAN GALA’ che l’anno scorso è stato un successo, speriamo di riproporlo anche quest’anno. A settembre la Domus darà visibilità a tanti artisti e artigiani nucerini, attendiamo le autorizzazioni necessarie da parte della Soprintendenza.

Come nascono le varie iniziative che organizzate? Chi le pensa e chi le sponsorizza?

Le iniziative sono proposte dai singoli soci, vengono approvate dal Gruppo Dirigente che ne valuta la fattibilità anche economica. Il GAN ad oggi non ha mai ottenuto nessun contributo pubblico, gli eventi riusciamo ad organizzarli grazie ai nostri sponsor e grazie alle nostre risorse. Gli sponsor sono la nostra forza economica, riguardano imprenditori locali e non, che credono nel nostro impegno e soprattutto nel nostro progetto: “Apriamo Nuceria”.

Torniamo al Battistero paleocristiano, ci forniresti appena qualche accenno storico?

Interno Battistero paleocristiano di Santa Maria Maggiore in Località San Clemente, Comune di Nocera Superiore (provincia di Salerno)

Interno Battistero paleocristiano di Santa Maria Maggiore in Località San Clemente, Comune di Nocera Superiore (provincia di Salerno)© Gruppo Archeologico Nuceria

Il Battistero di Santa Maria Maggiore è un gioiello del periodo paleocristiano, perfettamente conservato, del VI secolo d.C.. Il Tempio o la rotonda, (così viene chiamato) conserva la seconda vasca battesimale ottagonale più grande d’Italia, avvolta da un carosello di 15 colonne binate che reggono una cupola leggermente allungata verso l’alto.

Recenti scavi archeologici effettuati all’interno del Battistero ci hanno riportato alla luce i resti di una struttura ancora più antica che presumibilmente riguarda l’edificio termale dell’antica Nuceria. All’inteno si possono ammirare tante opere d’arte tra cui gli affreschi del battistero, risalenti all’anno 1300.

Da poco il Gruppo Archeologico Nuceria, insieme alla Parrocchia di Santa Maria Maggiore, hanno dotato il tempio di qr code che raccontano la storia dell’edificio nelle varie lingue. I visitatori possono ammirare anche il piccolo museo del Battistero, l’Antiquarium anch’esso valorizzato dal GAN. Si potrebbe parlare per ore del Battistero e dei suoi tesori, vi aspettiamo per raccontarveli.

Oltre la rilevanza storica del Battistero, si mormora che nei secoli siano state tramandate diverse leggende, vero?

Verissimo, sono leggende che catturano l’attenzione di tutti, in particolare dei bambini che rimangono incantati nel sentire la leggenda della gallina coi pulcini d’oro. Molte sono le leggende che avvolgono questo scrigno, che da anni rappresenta il più antico edificio di fede cristiana dell’intera valle del Sarno.

Diresti che la caratteristica più importante di Nocera Superiore potrebbe diventare la cultura e il turismo grazie ai siti di cui abbiamo parlato?

Sicuramente si, ti dirò che questo è un percorso che la città ha già intrapreso grazie al GAN. Per farti un esempio, proprio questo sabato e domenica scorsa sono venuti a visitare Domus e Battistero oltre cento persone, accolte dai volontari del GAN.

Sono numeri eccezionali visto che si è partiti da poche unità sporadiche. Ti assicuro che Nuceria sarà la vera rivelazione archeologica, storica ed artistica d’Italia, ne siamo certi.

Parallelismi tra Nocera e Pompei, ne abbiamo? Sono stati attivati altri scavi sul territorio?

Sito archeologico Domus del decumano - Nocera Superiore - Salerno

Sito archeologico Domus del decumano – Nocera Superiore – Salerno
© Gruppo Archeologico Nuceria

Ci sono tanti parallelismi tra le due città, anche se ad oggi chi riceve risorse è solo Pompei. Voglio ricordare a te e agli altri che Nuceria contrariamente alle altre località turistiche del territorio era u Municipium Romano, emetteva moneta e ha dato i natali ad un imperatore, Aulo Vitellio. Oltre poi ad essere a capo della confederazione della Lega Nucerina, una capitale insomma.

In merito a nuove esplorazioni archeologiche ti rispondo di no, tutti i siti archeologici, tranne il Teatro, sono stati riportati alla luce perché privati cittadini dovevano realizzare nuovi fabbricati.

Nessun investimento di nuove esplorazioni archeologiche, se non quello degli anni 1960-1970 per il teatro, è stato fatto per riportare alla luce testimonianze di Nuceria Alfaterna. Ricordo a tutti l’anfiteatro di Grotti, sepolto sotto una coltre di fango senza che mai sono stati fatte esplorazioni ed indagini per riportarlo alla luce.

Quanto è importante la storia e l’archeologia per il progresso di una cittadina piccola e sottovalutata come Nocera Superiore?

È fondamentale, Nocera Superiore ha un patrimonio archeologico unico al mondo che potrebbe diventare il motore trainante di una economia florida per la città e per quelle vicine. Noi e i nostri sponsor ci crediamo, la rinascita culturale del nostro territorio è iniziata e nessuno la fermerà.

Come si potrebbero rivalutare le altre zone storiche della città? E come diverrebbe possibile coinvolgere i cittadini e le autorità competenti a partecipare di più?

Bisogna far crescere il senso identitario e far capire che la risorsa archeologica è una di quelle risorse che porta ricchezza a tutta la città.

I cittadini che fino a poco tempo fa vedevano questa risorsa come un problema non potendo realizzare nuovi fabbricati, devono capire che questa risorsa porterà un valore aggiunto ai tanti edifici già presenti in città, compreso la rivalutazione dei centri storici.

Speriamo che le nostre azioni portino all’apertura degli altri siti archeologici della città, ci stiamo lavorando. Il GAN continuerà coinvolgere cittadini ed autorità, senza secondi fini, il nostro impegno avrà un’unica finalità: NUCERIA.