Loading...
LibriSegnalazioni

Mick Finlay – Arrowood dal 28 giugno in libreria

Arrowood di Mick Finlay

Mick Finlay arriva nelle librerie italiane con il primo libro della saga di Arrowood, edito da Harper Collins mentre in Inghlilterra si aspetta l’uscita del secondo volume per fine anno.

Trama:

Prezzo: Vedi su Amazon.it
1895: Londra è spaventata. Un killer infesta le strade della città. I poveri hanno fame, i boss della malavita stanno prendendo il controllo e le forze di polizia sono arrivate a un punto di rottura. Mentre i ricchi si rivolgono a Sherlock Holmes, il celebre investigatore privato visita raramente le strade densamente popolate del sud di Londra, dove i crimini sono più efferati e le persone più povere. In un angolo buio di Southwark, le vittime si rivolgono a un uomo che disprezza Holmes, la sua ricca clientela e il suo vistoso approccio forense alla criminalità: Arrowood, psicologo autodidatta, ubriacone occasionale e investigatore privato. Quando un uomo scompare misteriosamente e il miglior amico di Arrowood viene ferocemente pugnalato davanti ai suoi occhi, lui e il suo socio Barnett capiscono che è arrivato il momento di affrontare la loro missione più dura: catturare il capo della banda criminale più famosa di Londra.

Il libro si preannuncia come una detective story, un giallo che segua le orme di Conan Doyle, ma con un protagonista che si ritrova non nella società alta di Londra, ma fra i vicoli e le strade, si specifica.

L’alta società londinese chiede aiuto a Sherlock Holmes.
Tutti gli altri vanno da Arrowood.

Arrowood è quello che si definisce un agente emotivo, non deduttivo (così le definiscono le recezioni del paese nativo) che vive alla spalle di un negozio di budini.

“Un eroe imperfetto ma avvincente e una trama di grande stile.”

The Times

L’autore:

MICK FINLAY Nato a Glasgow e cresciuto in Canada e in Inghilterra, attualmente vive tra Brighton e Cambridge. Insegna Psicologia e ha pubblicato diverse ricerche sulla violenza politica, la persuasione, il comportamento verbale e non verbale. Prima di diventare un accademico, ha gestito una bancarella al mercato di Portobello Road a Londra, è stato macellaio, portiere di albergo e assistente sociale, oltre ad aver lavorato in un circo itinerante.

 

 

Classe ’90. Nella vita mi occupo di codice e grafica, nel tempo libero navigo verso mondi fantastici

Editor's choice
Il giorno più bello di Diego Romeo
Antonio Lanzetta - Conferenza stampa: I figli del male - Feltrinelli Salerno